Cerca

Bari, giorni d’attesa I tifosi in subbuglio

di FABRIZIO NITTI
BARI - Attesa, speranza, sconforto, rabbia. Un cocktail di sensazioni forti accompagnano il popolo barese in questi giorni confusi e pieni di accadimenti. Con la squadra, alla fine, sballottata fra la vicenda calcioscommesse e quella legata alla vendita del club. Dopo la «riunione» tenuta nei giorni scorsi dagli ultras ed aperta a tutti i tifosi, c’è in programma giovedì un’altra «assemblea cittadina». C’è dunque fermento negli ambienti della tifoseria, questa situazione di «impasse» a livello societario non piace a nessuno e tutti provano a portare il loro contributo in termini di idee. Il che è una cosa positiva, anche se, poi, serviranno soldi per un eventuale passaggio di consegne del club
Bari, giorni d’attesa I tifosi in subbuglio
di Fabrizio Nitti

BARI - Attesa, speranza, sconforto, rabbia. Un cocktail di sensazioni forti accompagnano il popolo barese in questi giorni confusi e pieni di accadimenti. Con la squadra, alla fine, sballottata fra la vicenda calcioscommesse e quella legata alla vendita del club. Dopo la «riunione» tenuta nei giorni scorsi dagli ultras ed aperta a tutti i tifosi, c’è in programma giovedì un’altra «assemblea cittadina». C’è dunque fermento negli ambienti della tifoseria, questa situazione di «impasse» a livello societario non piace a nessuno e tutti provano a portare il loro contributo in termini di idee. Il che è una cosa positiva, anche se, poi, serviranno soldi per un eventuale passaggio di consegne del club.

A proposito di questo, la proprietà avrebbe trasmesso ieri all’assessore Sannicandro il piano finanziario elaborato dalla società di revisione «Bdo», voluto per mettere bene in chiaro la situazione debitoria della società dei Matarrese. Quale dovrebbe essere il prossimo passo? Incontri personalizzati con gli imprenditori che hanno manifestato qualche interesse. Ma anche in questo caso la situazione non è proprio rosea. Si sarebbero detti disponibili in pochi, al momento, e per «interventi» minimi. Magari una più chiara lettura delle carte, potrebbe aprire nuovi orizzonti. Non ci dovrebbero essere problemi, però, per il pagamento degli stipendi dell’ultimo trimestre del 2011. Entro il 14 febbraio il Bari salderà le pendenze. Un monte ingaggi che si è alleggerito dopo la partenza di Donati (il Palermo si è anche accollato il famoso trimestre aprile-maggio-giugno 2011, quello del -2 in classifica).

Domani, intanto, sarà il giorno di Andrea Masiello in procura a Bari. Il difensore oggi dell’Atalanta risponderà alle domande del Procuratore della Repubblica Antonio Laudati e dal sostituto Ciro Angelillis, contitolari del filone barese dell’inchiesta sul calcioscommesse. L’incontro avverrà probabilmente in un luogo segreto, al fine di evitare a Masiello un’accoglienza, da parte dei tifosi, movimentata. Sul web, infatti, fioccano le offese e i «rimproveri» nei confronti di quello che era ritenuto un calciatore simbolo del Bari degli anni passati. Ma cosa può rischiare il Bari? Se nella brutta storia fosse coinvolta anche minimamente la società biancorossa, la situazione sarebbe pesantissima e si potrebbe rischiare anche la retrocessione. Se, invece, dovessero essere accertate responsabilità dei soli calciatori, le possibilità sarebbero due. o uscire «puliti», oppure andare comunque incontro ad una penalizzazione. Se fossero confermate le indiscrezioni, nove partite sarebbero davvero troppe per farla franca, la «punizione» sarebbe ad ogni modo inferiore ai sei punti beccati dall’Atalanta.

Capitolo squadra. Sabato a Bergamo c’è il rischio di presentarsi con una difesa quasi nuova di zecca. Alla probabile assenza di Dos Santos (adduttori fuori uso), si aggiungerà quella certa di Borghese: l’ammonizione ricevuta sabato scorso farà scattare la squalifica. Dentro, dunque, l’uruguaiano Polenta. Ieri, ripresa della preparazione, hanno lavorato a parte Dos Santos, Defendi e Crescenzi. Quest’ultimo sta smaltendo la botta alla caviglia destra presa durante il match di sabato. Lavoro differenziato anche per Kutuzov.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400