Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 14:06

Calcio - Sì ai biglietti nominativi negli stadi

Ma il Garante per la protezione dei dati personali chiede precise condizioni, tra cui indicare chi gestisce la banca dati, i soggetti che possono accedervi e l'eventuale intreccio tra banche dati e singole società calcistiche. Sì anche alla videosorveglianza e ai biglietti numerati
ROMA - Sì ai biglietti nominativi negli stadi, anche se il Garante per la protezione dei dati personali chiede precise condizioni. Sì anche alla videosorveglianza e ai biglietti numerati, nel primo provvedimento del nuovo ufficio del Garante, presieduto da Franco Pizzetti, dedicato alla sicurezza negli stadi. Il nuovo garante, composto da Francesco Pizzetti, Giuseppe Chiaravalloti, Mauro Paissan e Giuseppe Fortunato, ha espresso il suo parere sui due schemi di decreto predisposti dal Ministero dell'Interno in attuazione di un decreto legge che prevede misure contro la violenza negli stadi, quali l'introduzione di sistemi di videosorveglianza e il rilascio di biglietti numerati. E ora aspetta le decisioni del Ministero rispetto al parere formulato.
Quanto ai biglietti nominativi, alla richiesta di un parere, il Garante risponde che «non sono stati allegati specifici elementi che consentano all'Autorità di ritenere allo stato proporzionata una misura così delicata a fronte degli innumerevoli dati personali che dovrebbero essere trattati». Però, se tale misura viene ritenuta necessaria, il Garante chiede di indicare: la decorrenza del nuovo sistema; il titolare e il responsabile del trattamento dei dati, cioè chi dovrebbe gestire la banca dati; i tempi di conservazione dei dati personali; i soggetti che hanno accesso alle informazioni e l'eventuale intreccio tra banche dati e singole società calcistiche. Quanto alla videosorveglianza, l'Autorità «ha stabilito che questo tipo di controllo rispetta i principi di liceità e necessità in ragione dei reiterati disordini e degli episodi di violenza verificatesi di recente». Per il garante è quindi proporzionata, ad esempio, la conservazione delle immagini per non più di una settimana. Via libera anche alle modalità di ripresa previste, mentre l'audio riguarda solo l'audio complessivo dell'evento calcistico. Infine il Garante sottolinea che la previsione dei sistemi di videosorveglianza riguarda solo gli impianti sportivi di capienza superiore alle diecimila unità e ad eventi calcistici.
Via libera senza riserve invece ai biglietti numerati: su questo progetto il Garante non formula rilievi in quanto la disciplina sulla protezione dei dati non contrasta con tale misura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione