Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 19:10

Lecce corsaro batte la Fiorentina

FIRENZE - Un Lecce corsaro ha espugnato il «Franchi», battendo per 1-0 la Fiorentina, portandosi a 12 punti in classifica, al pari del Novara e a 6 lunghezze di distanza dalle quartultime (Bologna e Siena). I giallorossi hanno conquistato, in questo campionato, con quelli di oggi, ben 11 punti su 12 lontani dal Salento.
Lecce corsaro batte la Fiorentina
Un Lecce corsaro ha espugnato il «Franchi», battendo per 1-0 la Fiorentina, portandosi a 12 punti in classifica, al pari del Novara e a 6 lunghezze di distanza dalle quartultime (Bologna e Siena). I giallorossi hanno conquistato, in questo campionato, con quelli di oggi, ben 11 punti su 12 lontani dal Salento. 

Al fischio d’inizio, dopo il minuto di silenzio in memoria delle vittime del naufragio della Costa Concordia, Delio Rossi si è affidato alla stessa formazione che domenica scorsa aveva espugnato, convincendo, Novara. Dunque: spazio alla coppia Jovetic-Ljajic in avanti e ad un reparto centrale a 5, con Cassani e Vargas esterni, Behrami e Salifu a lottare in mezzo al campo e Montolivo nel mezzo, sempre pronto a costruire e ad inventare. 

Modulo speculare per gli ospiti, con Serse Cosmi che ha schierato Di Michele e Muriel in attacco ed un folto centrocampo, composto (da destra a sinistra) da Cuadrado, Grossmuller, Giacomazzi, Olivera e Brivio. Ne è scaturita così una gara molto combattuta, con continui ribaltamenti di fronte, ma con una Fiorentina particolarmente «appesantita», a causa dell’impegno infrasettimanale di Coppa Italia, nel quale, praticamente, hanno riposato soltanto Gamberini e (parzialmente) Vargas. Due occasioni per parte nella prima frazione. All’11' Cuadrado ha costretto Boruc ad una bella deviazione in calcio d’angolo.

Al 33' Montolivo ha calciato con violenza dal limite, ma l’attento Benassi ha mandato la sfera in corner. Due minuti dopo Behrami ha pescato Ljajic solo in mezzo all’area giallorossa. Il serbo ha saltato Benassi, ma poi è incespicato e Tomovic ha salvato i salentini. Allo scadere, infine, Olivera ha tirato una «sassata» dai 25 metri e Boruc ha risposto nuovamente alla grande. Più vibrante, invece, la ripresa. Al 4' Vargas ha calciato una bella punizione a girare e la sfera è terminata non lontana dall’incrocio dei pali. Due minuti dopo due grandi emozioni: prima Olivera, solo davanti a Boruc, ha sbagliato lo stop, con Vargas che ha salvato la porta viola. Sul ribaltamento di fronte, Jovetic ha servito un pallone d’oro a Ljajic, ma il serbo si è fatto ipnotizzare dall’estremo difensore del Lecce, autore di un’uscita molto tempestiva, a seguito della quale si è infortunato, lasciando spazio a Julio Sergio. Al 20' la svolta del match: Natali ha atterrato Muriel in area di rigore e Di Michele, dal dischetto, ha trasformato con freddezza, regalando la vittoria al Lecce. La Fiorentina ha provato a rispondere immediatamente, prima con Jovetic, di destro, da posizione defilata, poi con Natali, di testa, su calcio d’angolo. Il Lecce, però, ha controllato bene la gara ed i viola si sono lentamente spenti, sommersi dai fischi dei tifosi del «Franchi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione