Cerca

Motomondiale - Pole di Gibernau in Cina

Lo spagnolo della Honda 1° nella classe MotoGp alla partenza del Gran premio di Shangai, in programma il 1° maggio. Rossi su Yamaha solo sesto. Diretta tv dalle 7
SHANGHAI (CINA) - Una pole strappata davvero all'ultimo secondo: Sete Gibernau cancella tutti i dubbi sulle sue condizioni fisiche dopo la caduta nelle prove e la caduta in gara all'Estoril due settimane fa, e con un giro, il suo 18/esimo e ultimo della sessione, si prende con la sua Honda la prima pole della stagione con il tempo di 1'59710 nel primo Gp in Cina. Non bene, ma comunque in progresso Valentino Rossi che ha realizzato il sesto tempo. Gibernau partirà domani in testa, ma certo l'italiano avrà modo di rendergli la vita difficile.
Il Gran Premio di Cina si disputerà domani sul tracciato di Shanghai (ore 15 locali, 9 in Italia) su un tracciato nuovo per tutti. Sete Gibernau ha migliorato di quasi 3 secondi il tempo della prima sessione di prove, disputata ieri sull'asciutto. Dietro lo spagnolo ecco il sorprendente Marco Melandri: la sua Honda è seconda a soli 0.163 dal compagno di squadra, e al terzo posto della griglia in prima fila ecco Loris Capirossi a 0.770. La coppia di Dragoni della Honda ha infatti tolto la pole all'alfiere della Ducati, comunque sempre velocissimo nei momenti di punta: l'altro pilota della Ducati, Carlos Cecha (settimo nella griglia) è stata in assoluto la più veloce nei momenti di punta dell'anomalo circuito cinese, dove ha toccato i 342.85 km/h, una delle velocità più alte, se non la più alta, mai rilevata nel Motogp. Nella seconda linea della griglia prima dei due americani Hopkins (Suzuki) e Hayden (Honda), ecco Valentino Rossi, sesto a 1.111 da Gibernau. Molto indietro, addirittura 14/esimo, Max Biaggi: il romano della Honda ha chiuso con 1.792 di svantaggio.
Per le qualifiche ufficiali solo poche migliaia di persone hanno assistito alle prove, poco più di 20 mila. «Sto meglio, è evidente - ha detto ai microfoni di Italia 1 Sete Gibernau - Ma domani sarà più dura e molto dipenderà dal tempo. Questo è un circuito particolare, con due lunghi rettifili ma il resto del tracciato è molto stretto. Domani non sappiamo come sarà la gara perché questo è un tracciato strano».
Ma sarà interessante vedere come sarà in gara la condotta dei due Honda: primi e secondi in griglia per Gibernau e Melandri: «Sono contento, e pensare che alla pole un pensierino ce l'avevo fatto - ha ammesso l'italiano - In pista mi sono trovato subito bene: non dico che posso vincere, ma davanti ci voglio stare, specie se sarà asciutto: insomma, io a vincere ci provo. Non è facile immaginarsi la gara di domani, molto dipenderà dalle condizioni del tempo, comunque in questi due giorni abbiamo provato sia sull'asciutto che sul bagnato e, ripeto, voglio provare a vincere».
Durante tutte le prove la minaccia della pioggia è stata costante e a tratti qualche goccia si è fatta vedere. La pioggia di Shanghai insomma è temuta da tutti i piloti: «Col caldo andiamo meglio - ha ammesso Loris Capirossi - La mia Ducati all'Estoril col freddo non riusciva ad esprimersi, e oggi sono soddisfatto della mia prova: Insomma,ci sono».Loris Capirossi aveva occupato la pole provvisoria, ma l'exploit di Gibernau gli ha negato la pole negli ultimi minuti, Il pilota italiano è scivolato al terzo posto che gli garantisce, comunque, la partenza dalla prima fila.
Rispetto alla vigilia sembra molto migliorato Valentino Rossi: il sesto posto è incoraggiante e in gara Vale si trasforma. La partenza dalla seconda griglia potrebbe non essere un grosso handicap. Si ripeterà il duello con Gibernau, che deve vendicare le sportellate di Jerez de la Frontera? Possibile, Melandri e Capirossi permettendo.

Queste le griglie di partenza

Classe MotoGp
In pole lo spagnolo Sete Gibernau su Honda, con il tempo di 1'59'710. Ha preceduto il compagno di squadra Marco Melandri di 0.163 millesimi. Al terzo posto, Loris Capirossi su Ducati a 0.770.
Nella seconda fila della griglia al quarto posto si è piazzato l'americano Hopkins su Suzuki con il tempo di 2'00'666, al quinto l'altro americano Hayden su Honda con 2'00'747. Valentino Rossi (Yamaha) ha chiuso con il sesto tempo, a 2'00821.
Attardato Max Biaggi: il romano su Honda ha fatto segnare il tempo di 2'01502, che gli è valso il 14° posto.

Classe 250
Partirà in prima posizione l'australiano Casey Stoner su Aprilia.
Al secondo posto, lo spagnolo Daniel Pedrosa su Honda, staccato di soli 0.018 millesimi, al terzo l'italiano Andrea Dovizioso sempre su Honda 0.027. Al quarto posto l'altro spagnolo Jorge Lorenzo su Honda a 0.348 da Stoner.

Classe 125
Il finlandese Mika Kallio su Ktm ha conquistato la pole position.
Al secondo posto sulla griglia di partenza l'italiano Marco Simoncelli su Aprilia con 2'13631, a soli 0.96 millesimi dal finlandese.
Al terzo l'ungherese Gabor Talmacsi su Ktm con il tempo di 2'14293; sesto l'italiano Fabrizio Lai su Honda con 2'14773.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400