Cerca

Basket/A1 Donne - Taranto eliminata

La Pasta Ambra sconfitta in casa nei play-off scudetto (71-53) dalla Phard Napoli, che avanza (2-0 nella serie). Fatali l'assenza della Edwards e le condizioni di Costalunga, Hall e Boaria • A1 maschile: Jesi retrocede
TARANTO - Ha vinto la legge del più forte al PalaMazzola. La Phard Napoli espugna il parquet jonico per la seconda volta in questa stagione. E vince anche la "gara 2" per 71-53.
È una seconda volta "pesante", che estromette la Pasta Ambra Taranto dai "giochi-scudetto". S'interrompe davanti alla squadra che è giunta davanti a tutti in "regular season" l'avventura stagionale delle rossoblu nel campionato di serie A/1.
Alla fine, l'impresa non è arrivata! Complice, soprattutto, le condizioni largamente rimaneggiate in cui è stata la formazione di Nino Molino da un mese a questa parte. Anche ieri sera Simone Edwards, com'era nelle previsioni, non ha potuto dare il suo contributo alla causa tarantina. Senza dimenticare il cattivo stato di salute di elementi come Costalunga e Hall; ed una Boaria lontanissima da quella ammirata nella scorsa stagione, per via di un infortunio durato più del previsto.
La partita. Coach Molino gioca con il quintetto annunciato: Costalunga, Tassara, Beljanski, Hall e Zanon. Dall'altra parte Ricchini spedisce: Zara, Diamanti, Bullett, Andrade e Antibe.
Pasta Ambra parte forte. Una tripla di Tassara fa capire che le rossoblu non scherzano (almeno all'inizio). Dopo due minuti la squadra tarantina si porta addirittura sul 7-3. Nel giro di sessanta secondi la Phard ribalta però la situazione: 8-7. I ritmi sono sostenuti, ed i due quintetti si affrontano colpo su colpo, punto a punto. C'è equilibrio, e la Pasta Ambra non molla la presa (13-12, 5'). Ma le campane si ricordano di essere le "prime della classe" e cominciano ad approfittare di alcune indecisioni locali: la Phard tocca +7 al 7'. Entra anche Giauro. Zara inizia a girare, ed il punteggio schizza sul 24-16 per le ospiti. Non succede granchè sino alla fine del primo quarto, che vede la Phard in vantaggio per 29-19.
Nella ripresa coach Molino effettua due cambi: Boaria (si rivede dopo un lungo periodo di assenza) e Franchetti al posto di Costalunga e Tassara. La sostanza non cambia: la Phard è consapevole della propria forza (33-19, 2'). Anche se il quarto non è ai livelli del primo: si sbaglia più del dovuto. Ma Bullett e compagne hanno in mano la partita (+14, 7'). Si va all'intervallo sul 37-24 per le campane.
Nella quarta frazione il copione non muta: le rossoblu sempre ad inseguire le napoletane. La sensazione generale è che la Pasta Ambra Taranto faccia quel che può, considerate le precarie condizioni del gruppo. Dopo 3' Andrade e compagne conservano un buon margine di vantaggio (45-31). Difficile pensare ad una rimonta, quando le biancoblu avversarie si portano sul +19. La Phard controlla la situazione senza patemi d'animo. Finisce 54-39.
Nel quarto tempo, la Pasta Ambra Taranto tenta di limitare i danni. Mentre i tifosi rossoblu continuano ad incitare le proprie beniamini incessantemente. Il quintetto di Ricchini però non ha nessuna intenzione di lasciare gli ormeggi. Tra le fila crassine si notano i canestri di Hall. Molino dà spazio alle seconde linee. Ma la partita è già finita da un pezzo. Trionfa Napoli.
Nonostante tutto, le giocatrici vengono festeggiate dai sostenitori di casa. Era difficile fare di più contro una Phard intenzionata più che mai a centrare il primo scudetto della sua storia.

PLAY-OFF - RISULTATI GARA 2 QUARTI

Pool Comense-Penta Faenza 70-59
Pasta Ambra Taranto-Phard Napoli 53-71
Acer Priolo-Famila Schio 75-78
Umana Venezia-Maverin Parma 72-76

PLAY-OUT - GARA 2 PRIMA FASE
Alghero-Maddaloni 64-71
Bolzano-Chieti 67-50

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400