Cerca

Lecce prova a ripartire per cancellare le «scorie»

di MARCO SECLII'
LECCE - Il Lecce prova a sbarazzarsi delle scorie dello scorcio finale del 2011. Ultimo posto in classifica e vicenda calcioscommesse hanno tenuto e tengono in apprensione squadra, società e tifosi. Ma da oggi i giallorossi sono obbligati a voltare pagina, per tornare a concentrarsi esclusivamente sul campo. Ogni energia fisica e mentale va indirizzata alla difficile rimonta-salvezza. In attesa di quello che riserverà il futuro (sia sul fronte dell’inchiesta che su quello del calciomercato), incombe la delicata sfida di domenica al Via del Mare contro la capolista Juventus
Lecce prova a ripartire per cancellare le «scorie»
di Marco Seclì

LECCE - Il Lecce prova a sbarazzarsi delle scorie dello scorcio finale del 2011. Ultimo posto in classifica e vicenda calcioscommesse hanno tenuto e tengono in apprensione squadra, società e tifosi. Ma da oggi i giallorossi sono obbligati a voltare pagina, per tornare a concentrarsi esclusivamente sul campo. Ogni energia fisica e mentale va indirizzata alla difficile rimonta-salvezza.

In attesa di quello che riserverà il futuro (sia sul fronte dell’inchiesta che su quello del calciomercato), incombe la delicata sfida di domenica al Via del Mare contro la capolista Juventus.

I giallorossi, dopo il giorno di stop concesso per Capodanno, si rimettono al lavoro oggi pomeriggio a Calimera. E Serse Cosmi, salvo imprevisti, potrà di nuovo contare sul gruppo al completo. Alla ripresa degli allenamenti ci saranno infatti anche gli stranieri, che hanno beneficiato di due giorni di vacanza in più rispetto ai compagni rimasti in Italia. Sono attesi al rientro capitan Giacomazzi, Cuadrado, Muriel, Piatti, Grossmuller, Obodo, Strasser, Tomovic, Diamoutene e Ofere.

Da valutare le condizioni di Julio Sergio, Giandonato, Petrachi, Falcone e Mesbah. Mentre Carrozzieri dovrebbe tornare disponibile contro i bianconeri, così come Andrea Bertolacci, che scalpita per dimostrare a Cosmi il suo valore. «Un infortunio mi ha bloccato pochi giorni dopo il suo arrivo - sottolinea il centrocampista romano - ma adesso sto bene e non vedo l’ora di convincerlo che può contare su di me, anche se ho già percepito che ha grande fiducia nei miei confronti».

Per l’azzurrino quella con la Juve non è una partita qualunque. Dolci i ricordi che evoca. «Sì - conferma - proprio ai bianconeri, l’anno scorso, ho segnato il mio primo gol in serie A. Una grossa soddisfazione, anche perché vincemmo la partita. Ma questo è il passato, ora dobbiamo mettercela tutta per ripetere l’impresa e fare punti». Bertolacci è convinto che il Lecce può risalire la china: «Io credo fermamente nella salvezza. Abbiamo qualità e grandi stimoli, così come il nostro allenatore. E poi non meritiamo questa classifica, la sfortuna ci ha impedito di vincere a Parma, e anche a San Siro se avessimo segnato il 2-2 le cose sarebbero potute cambiare. Il nostro obiettivo resta alla portata».

Intanto il direttore sportivo Carlo Osti continua a valutare le possibilità di rafforzare l’organico, sempre nei limiti delle disponibilità economiche del club, non certo abbondanti. Un sondaggio è stato fatto anche per l’attaccante Piovaccari, in forza alla Samp. Fronte cessioni: per Mesbah, in scadenza di contratto, si registra pure l’interessamento del Tottenham.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400