Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 09:42

Basket / A1 Donne - Taranto ko a Napoli

La Pasta Ambra sconfitta dalla Phard 81-59 nella "gara 1" dei quarti di finale dei play off scudetto. Pugliesi in emergenza con due assenti ed una atleta infortunata. Nuovo incontro contro le campaneGara 2 mercoledì nel capoluogo jonico • I risultati play-off e play-out • A1 maschile: Bologna strapazza Treviso
Phard Napoli - Pasta Ambra Taranto 81-59 (18-17, 38-26, 62-36)
• Phard Napoli - Diamanti 9, Zara 12, Ferazzoli, Giauro 12, Andrade 13, Antibe 10, Bellastella, Bullet 8, Grasso 8, Gentile 9 (coach Ricchini);
• Pasta Ambra Taranto - Edwards ne, Boaria ne, Tassara 14, Franchetti 1, Costalunga 17, Hall 12, Zanon 11, Bonafede 2, Beljanski 2, Russo (coach Molino);
• Arbitri - Biggi di Cavenago Brianza (Milano) e Gasparri di Legnano (Milano).

Va alla Phard Napoli il primo round dei quarti di finale dei play-off scudetto. Il quintetto di Ricchini - assoluto protagonista nel campionato di A/1 ed in Fiba Cup - ha sconfitto una Pasta Ambra Taranto ancora in emergenza: orfana di Edwards e Boaria, e con una Costalunga che ha giocato con una mascherina al naso per il recente infortunio rimediato in allenamento. Nonostante un ottimo inizio di partita, le ragazze di Molino non sono riuscite ad infastidire la formazione locale nei restanti quarti: dal 6' in poi della seconda frazione, Andrade e compagne sono salite in cattedra chiudendo gli spazi alle generose rossoblu. Adesso resta poco tempo per preparare il riscatto, perché fra tre giorni si ritorna di nuovo in campo. La gara 2 si gioca mercoledì sul parquet del PalaMazzola di Taranto (alle ore 20.30). L'obiettivo delle rossoblu è arrivare alla bella del 1° maggio, che si disputerà anche in terra campana.
La partita.
Ricchini spedisce in campo Zara in regia, Diamanti e Andrade esterne, Antibe e Bullet sotto canestro; Molino risponde con Costalunga play, Tassara e Beljanski esterne, Hall e Zanon lunghe.
Pasta Ambra parte subito forte: la difesa chiude bene Antibe, la manovra è fluida. Dopo 4' le crassine sono avanti di 4 punti (8-4). Le locali sembrano stordite dal pressing confezionato da Molino. Nel giro di pochi minuti le rossoblu si portano sul 13-6, dopo una tripla di Tassara. Le formazioni si affrontano a viso aperto, e Zara e compagne non si arrendono ribaltando la situazione: prima agganciano le tarantine, poi vanno sul +3 (18-15). Un canestro della Zanon limita i danni. Si chiude sul 18-17 per le campane.
Nella seconda frazione la Phard inizia bene, accumulando punti importanti (26-17). Tra le fila joniche Franchetti prende il posto per Beljanski. I due tecnici cambiano parecchie giocatrici, facendo risparmiare un po' di energie anche alle cestiste più rappresentative (come Zara e Hall). Dal 5' in poi le crassine reagiscono: la trascinatrice è Anna Costalunga che riduce le distanze (-4, 26-22). Pasta Ambra lotta sotto i tabelloni. La partita è aperta. Il Cras ci crede, ma una bomba di Andrade ed un canestro di Gentile spezzano la rimonta della Pasta Ambra Taranto. A due minuti dall'intervallo la Phard è in vantaggio per 32-26. Ma non finisce qui, perché un colpo pesante dell'ex Bullet lancia Napoli sul +10. Due tiri liberi di Gentile fissano il punteggio di 38-26.
Nel terzo tempo la musica non cambia: la squadra che ha chiuso la regular season al primo posto continua a macinare gioco e punti (42-26). E' difficile per una Pasta Ambra così rimaneggiata fermare due atlete di spessore come Andrade e Zara, che penetrano nella difesa ospite con una certa facilità. La squadra fa quel che può, ma le partenopee vincono il parziale con un largo vantaggio: 62-36.
Stesso discorso per l'ultimo tempo: le rossoblu, ormai rassegnate, pensano già alla prossima partita. La Phard Napoli però non si accontenta e vince il match in scioltezza per 81-59.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione