Cerca

Accoltellato a Monopoli il portiere del «Liberty»

MONOPOLI - Accoltellato davanti a un ristorante. Il ferito è Paolo Pirchio, 25 anni, portiere, fresco arrivato, della «Liberty Monopoli calcio», che guida il campionato di Eccellenza. Il giocatore dilettante ha ricevuto due fendenti, al torace e alla tempia sinistra. È ricoverato nel reparto di Chirurgia toracica dell’ospedale «San Paolo» di Bari, con una prognosi di 20 giorni. Ma poteva andargli molto peggio. Il presunto aggressore, M.R., incensurato, 43 anni, è stato arrestato dagli uomini del commissariato: ora si trova in carcere
Accoltellato a Monopoli il portiere del «Liberty»
MONOPOLI - Accoltellato davanti a un ristorante. Il ferito è Paolo Pirchio, 25 anni, portiere, fresco arrivato, della «Liberty Monopoli calcio», che guida il campionato di Eccellenza. Il giocatore dilettante ha ricevuto due fendenti, al torace e alla tempia sinistra. È ricoverato nel reparto di Chirurgia toracica dell’ospedale «San Paolo» di Bari, con una prognosi di 20 giorni. Ma poteva andargli molto peggio. Il presunto aggressore, M.R., incensurato, 43 anni, è stato arrestato dagli uomini del commissariato: ora si trova in carcere. È accaduto giovedì pomeriggio.

Ferito e presunto feritore sono entrambi monopolitani, entrambi operai della «Lombardi Ecologia», la ditta che gestisce la nettezza urbana. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, l’altro ieri i dipendenti dell’azienda si sono riuniti in un ristorante nei pressi della stazione ferroviaria, per lo scambio degli auguri di Natale. Il pranzo aziendale è proceduto serenamente. Alla fine, verso le 17,30, davanti al locale si è intrattenuto a chiacchierare un gruppetto di commensali. Fra M.R. e Pirchio sarebbe nata una discussione che si è fatta sempre più accesa. A un certo punto M.R. avrebbe estratto un coltello e avrebbe sferrato i due colpi a Pirchio.

Il giocatore si è piegato su se stesso, sanguinando vistosamente e mostrando difficoltà respiratorie. Provvidenziale il soccorso di un amico che era al suo fianco, che lo ha caricato in auto e trasportato al pronto soccorso dell’ospedale «San Giacomo». Nel frattempo sul posto è arrivata una Volante del commissariato, diretto dal vicequestore Fabio Caprio. La serietà delle condizioni dell’atleta hanno reso necessario il trasferimento nell’ospedale «San Paolo» di Bari.

Intanto l’aggressore se l’è data a gambe. È stato rintracciato nella stessa serata, intorno alle 21. Una prima perquisizione avrebbe permesso di individuare la probabile arma fra alcuni coltelli ritrovati in casa. M.R. è stato accompagnato nel carcere di Bari, con l’accusa di tentato omicidio. La Polizia sta cercando di verificare se il feritore sia stato spalleggiato da un complice.

Pirchio è noto alla tifoseria cittadina. Nella stagione 2005-2006 ha militato nella prima squadra biancoverde, in serie D. Proprio mercoledì scorso era stato presentato dalla dirigenza della «Liberty», nella sala stampa dello stadio «Veneziani», con gli altri due nuovi acquisti, gli argentini Esteban Pereyra e Vincenzo Lacriola. In una nota, la società «esprime solidarietà al tesserato Paolo Pirchio per la vile aggressione subita e augura una pronta guarigione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400