Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 07:53

È un Molfetta senza freni panettone ad alta quota

MOLFETTA - Chiude con spumante e panettone il girone di andata della serie A2 di pallavolo maschilò la Pallavolo Molfetta (mantiene il terzo posto con 38 punti ed è ai quarti di Coppa Italia) con un 3-1 bellissimo contro Loreto. I padroni di casa hanno dettato le regole del gioco pur tra tante difficoltà perché il Loreto ha spinto parecchio in attacco
È un Molfetta senza freni panettone ad alta quota
PALLAVOLO MOLFETTA-VOLLEY LORETO 3-1 

MOLFETTA:Bacci 1, Illuzzi, Uchikov 23, Roberti, Mattioli 7, Al Nabahan 25, Botti 9, Giglioli 11, Cortina (L). All. Lorizio.

LORETO: Cortellazzi 2, Moretti 10, Morelli 10, Peda 20, Janusek 9, Gabbanelli, Anzani 3, Di Marco 8, Paoli 3, Cacchiarelli (L). All. Fracascia.

ARBITRI: Andrea Bellini da Foligno (PG) e Alessandro Oranelli da Baiano di Spoleto (PG).

PROGRESSIONE SET: 25–19 (27'); 25–22 (30’); 23 – 25 (27’); 25 – 21 (29’). Per un totale di un’ora e cinquantatré minuti.

MOLFETTA - Chiude con spumante e panettone il girone di andata la Pallavolo Molfetta (mantiene il terzo posto con 38 punti ed è ai quarti di Coppa Italia) con un 3-1 bellissimo contro Loreto. I padroni di casa hanno dettato le regole del gioco pur tra tante difficoltà perché il Loreto ha spinto parecchio in attacco

Nel primo set Al Nabhan apre la corsa dei biancorossi alla prima netta vittoria in un set combattutissimo: la difesa di Cortina sull’attacco degli avversari è puntuale e regala il «là» per il lungolinea dello schiacciatore molfettese per l’8-8. Sbaglia poco il gruppo di Pino Lorizio, fa la differenza la squadra ospite bloccata meglio a rete anche se Peda e Di Marco sono micidiali per accorciare le distanze (13 – 12; 17 – 14; 19 – 16). Moretti non ci sta e piazza un lungolinea velenosissimo ma alla fine incontra le mani di Mattioli che gli sbarrano la strada e chiudono il set.

Si suda nel secondo, la differenza punti è risicata (4-3; 8-5; 9-7; 12-10; 14-12) e mister Fracascia mischia un po’ le carte per disorientare i pugliesi: appena entrato Paoli mura con precisione Mattioli sull’11-10, Di Marco lavora di gomito al centro e blocca Uchikov nelle poche volte che l’apposto molfettese non coglie il tempo giusto scelto da Bacci. Moretti è gasatissimo: il suo diagonale è preciso e imprendibile, vale il 14-14. Al centro Giglioli lo segue, intuisce e ci piazza le mani: blocca la schiacciata ma spezza anche la verve dell’opposto marchigiano. Botti chiude il set con una veloce e Botti porta sul 19-19 le due squadre nel terzo quando il Loreto con Peda cambia pelle e sfila al Molfetta un set sempre in bilico e che si aggiudica per ingenuità molfettesi il Loreto. Al Nabhan fa la sua partita perfetta, la posta è alta: Di Marco mura Mattioli sul 24 – 21 e la certezza vacilla per un attimo. Fino all’out dello stesso opposto marchigiano.

Marianna La Forgia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione