Cerca

Enel Baskert Brindisi il supplementare è ancora fatale

FORLI' - Amarezza incredibile per l'Enel Brindisi nella Legadue di basket maschile. Al Palafiera di Forlì la formazione salentina si è arresa per 93-92 dopo un tempo supplementare, perdendo di mano un successo che sembrava ampiamente alla portata dei ragazzi di Piero Bucchi. Anzi nella fase centrale del match i biancoblù sembravano aver preso saldamente in mano le redini del match, ma nel finale Hunter e compagni hanno allentato troppo la presa concedendo al Forlì il modo di rifarsi sotto e prendere quella fiducia che pareva aver perso
• Ostuni lascia via libera al Verona
Enel Baskert Brindisi il supplementare è ancora fatale
Marcopoloshop.it Forlì-Enel Brindisi 93-92 (d1ts) 

FORLI' Marino 3 (1/2 da tre), Freeman 19 (7/13, 0/2), Borsato 18 (4/6, 3/7), Natali 11 (2/3, 1/1), Casoli 2 (1/3), Bianchi ne, Lestini (0/1, 0/1), Trapani 10 (2/4, 2/4), Huff 10 (3/8, 1/2), Easley 20 (6/8). All. Vucinic.

BRINDISI Maestrello 3 (1/3 da tre), Poletti (0/1), Formenti ne, Hunter 40 (5/11, 7/10), Simoncelli ne, Renfroe 6 (3/5, 0/1), Ndoja 6 (0/1, 2/8), Borovnjak 15 (7/11), Callahan 18 (7/8, 1/4), Zerini ne, Giuri 4 (1/2, 0/2), Vorzillo ne. All. Bucchi.

ARBITRI Di Francesco, Caroti e Conti.

parziali 27-28; 37-43; 56-66; 82-82, 93-92

NOTE - Tiri liberi: Forlì 19/27; Brindisi 13/21. Usciti per raggiunto limite di falli: Borovnjak 37'10" sul 79-80. Spettatori 4.000 circa.

FORLI' - Amarezza incredibile per l'Enel Brindisi. Al Palafiera di Forlì la formazione salentina si è arresa per 93-92 dopo un tempo supplementare, perdendo di mano un successo che sembrava ampiamente alla portata dei ragazzi di Piero Bucchi. Anzi nella fase centrale del match i biancoblù sembravano aver preso saldamente in mano le redini del match, ma nel finale Hunter e compagni hanno allentato troppo la presa concedendo al Forlì il modo di rifarsi sotto e prendere quella fiducia che pareva aver perso.

Due soli rimbalzi offensivi catturati negli ultimi 15' e la sterilità offensiva nella seconda parte della gara di Renfoe e Ndoja, unita alla voglia di vincere di fronte al proprio pubblico della Marco Polo hanno costruito una sconfitta che sarà dura da digerire per Brindisi.

Nel primo quarto sono Hunter e le invenzioni di Renfroe a tenere a freno la voglia di fuga di una Marco Polo che entra in campo decisa a correre. Trapani dalla lunga distanza dà il primo vantaggio ai padroni di casa, ma Refoe con quattro punti in fila ribalta la situazione. Qui si accende un batti e ribatti che porta prima Borsato con due triple a dare un nuovo vantaggio ai padroni di casa (15-13), poi Hunter e Callahan a centrare il pareggio a quota 25. Sulla sirena Maestrello da tre manda i salentini avanti +1 (28-29).

Nel secondo quarto le polveri dell'Enel sembrano bagnate tanto da segnare un solo punto in 3'30". A sbloccare la situazione di pensa Hunter che con 9 punti porta i suoi al massimo vantaggio della gara: +7, 31-38 dopo 17'37". Renfoe a 19" dal riposo lungo porta i suoi sul +9 (34-43), ma Borsato sulla sirena tiene a galla i romagnoli (37-43). Al rientro in campo è l'Enel a dettar legge contro una Marco Polo che esordisce perdendo subito due palloni e dimostrando quando a questa squadra manchi un playmaker. Il tap in di Callahan riporta i salentini al +9 (37-46), poi Borovnjak dà ai suoi il +11 (39-50) e la tripla di Hunter il +14 (39-53 al 24'). Forlì sbanda paurosamente sotto i colpi dei rivali e Borovnjak approfitta della marcatura di Easley per mettere a segno il canestro del +17 (39-56 dopo 24'50"). A questo punto Brindisi cala il ritmo, amministra il vantaggio e si presenta agli ultimi 10' avanti per 66-56.

Qui succede l'incredibile: Forlì recupera pallone su pallone fino all'82-82 di Easley che manda la gara all'overtime con l'Enel che pare avere nel solo Hunter un terminale offensivo credibile. Negli ultimi 5' i brindisini hanno per ben due volte l'occasione di chiudere l'incontro (84-88 dopo la tripla di Hunter al 42' e 85-90 con Callahan un minuto più tardi), ma in difesa non reggono e a 8" dalla sirena in lunetta va Freeman sul 90-92. Il colored segna il primo, ma sbaglia il secondo col rimbalzo che viene catturato da Easley. Il suo tiro prende solo il ferro, ma il successivo rimbalzo è di Huff che non sbaglia: 93-92. L'ultima palla è di Hunter che, ben marcato da Natali, non riesce a salvare la nave dal naufragio.

Gian Luca Bosi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400