Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 06:03

Vendita Bari-Calcio incontro in Comune

di ANTONELLO RAIMONDO
BARI - Qualcosa comincia a muoversi. Dopo l’accorato appello firmato Michele Emiliano e, soprattutto, dopo la coinvolgente conferenza stampa dell’assessore all’urbanistica Elio Sannicandro ecco le prime risposte. Oggi, infatti, il Sindaco di Bari riceverà a Palazzo di Città alcuni imprenditori interessati sia a far parte della compagine societaria del club attualmente di proprietà della famiglia Matarrese che del progetto collegato allo stadio «San Nicola», attorno al quale gravitano un bel po’ di interessi
Vendita Bari-Calcio incontro in Comune
di ANTONELLO RAIMONDO

BARI - Qualcosa comincia a muoversi. Dopo l’accorato appello firmato Michele Emiliano e, soprattutto, dopo la coinvolgente conferenza stampa dell’assessore all’urbanistica Elio Sannicandro ecco le prime risposte. Oggi, infatti, il Sindaco di Bari riceverà a Palazzo di Città alcuni imprenditori interessati sia a far parte della compagine societaria del club attualmente di proprietà della famiglia Matarrese che del progetto collegato allo stadio «San Nicola», attorno al quale gravitano un bel po’ di interessi. Giorni caldi, dunque. Da un lato l’estenuante ma, finora, infruttuosa trattativa con la Meleam. E dall’altro questo nuovo filone con Emiliano negli scomodi panni di «garante». Un po’ quello che i tifosi auspicavano da tempo. Presto per capire se bolle davvero qualcosa in pentola. Ma è già qualcosa che le parole del sindaco non siano cadute nel vuoto.

LA MIA SCOMMESSA - Quel primo tempo contro il Cittadella gli resterà dentro, forse, per tutta la sua vita da calciatore. Ma questa «esperienza» è comunque servita tantissimo a Luca Ceppitelli, l’anno scorso protagonista ad Andria in Lega Pro e quest’anno prezioso jolly difensivo alla corte di Torrente. Innanzitutto a capire che nella vita si fa in fretta a ritrovarsi nella polvere. E che basta una giornata storta per cancellare, agli occhi di molti, tutto quanto di buono si era fatto fino a quel momento.
E sì, perché prima di quel lunedì sera di Ceppitelli non si poteva che dire un gran bene. La sua duttilità, le sue qualità tecniche, i progressi sul piano della «cattiveria» nella marcatura, la personalità. Ecco, la personalità è stato il miglior alleato di Luca nel momento della difficoltà. Già nel secondo tempo della sfida contro il Cittadella si era capito quanto questo ragazzo non avesse voglia di essere travolto dagli errori. L’abbiamo visto cercare giocate importanti e continuare a fare quello che gli chiedeve l’allenatore. Fino alla seconda chance, in quel di Brescia. Espulso Borghese, tocca ancora a Cappitelli ma stavolta al centro della difesa. E un’altra risposta caratteriale. Nessuna sbavatura, il Cittadella è dimenticato.

Ceppitelli, in estate nessuno sapeva lei chi fosse. Oggi?

«Spero che i baresi abbiano imparato ad apprezzarmi».

Che difensore è Ceppitelli?

«Quest’anno ho giocato in molti ruoli ma il mio preferito resta quello di centrale. Certo è che per me resta un vantaggio, così ho più possibilità di giocare».

Le è capitato di ripensare alla partita contro il Cittadella?

«Sì ma nessun dramma. Ho accusato una leggera flessione, forse quella sera non stavo benissimo. Sta di fatto che ho giocato male, punto».

Anche il Bari fa fatica a mantenere diritta la barra.

«Ci è mancata continuità, vero. E in un campionato molto equilibrato come questo può trattarsi di un particolare fondamentale».

Domani si torna al «San Nicola». Un motivo di preoccupazione in più?

«Io non ci penso più di tanto. Non credo che esista un caso. Certo, voi ne fate una questione statistica e i numeri in effetti dicono questo. Succede di vivere periodi così. Noi vogliamo a tutti i costi far pesare più possibile il nostro stadio. A cominciare dalla partita contro il Vicenza».

LE ULTIME  - Allenamento differenziato per Albadoro (un ragazzo atteso con grande curiosità) e Rivaldo mentre Bogliacino, sfortunatissimo in questa prima parte di stagione, si è visto solo in palestra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione