Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 20:20

Il Taviano resta in A2!

I leccesi si salvano all'ultima giornata del torneo maschile. Decisiva la vittoria in casa contro l'Ancona (3-0) nello scontro diretto. Con la guida di Dagioni la squadra ha ottenuto ben 39 punti in 23 partite • A2 femminile: l'Altamura non frena la capolista
Il Taviano è salvo! Il Salento d'amare festeggia la permanenza in serie A2 all'ultima giornata dopo una galoppata che nelle ultime due domeniche ha visto i leccesi mettere a segno le due vittorie più importanti. I salentini sono salvi grazie alla vittoria nell'ultimo turno contro il Sira Ancona per 3-0 (25-20, 25-21, 25-20). Era obbligatorio vincere questa partita per restare nel campionato cadetto: occorreva battere il Sira Ancona con il punteggio di 3-0 o 3-1 per realizzare in extremis il sorpasso proprio a danno dei dorici. Ogni altro risultato avrebbe condannato aritmeticamente la società della città dei fiori al ritorno in serie B1. E il sogno si è avverato piano piano davanti agli occhi dei tifosi locali in visibilio che hanno potuto assistere in diretta al coronamento di un inseguimento durato tutta una stagione. Il Taviano ce l'ha fatta. Ha ottenuto un'altra importante vittoria dopo quella di sette giorni prima fuori casa a Bergamo (al posto dei leccesi sono infatti retrocessi i lombardi).
A fine gara festeggiatissimi soprattutto l'americano Jeff Ptak, l'uomo simbolo della rinascita tavianese, e l'allenatore Massimo Dagioni, il tecnico che ha saputo traghettare la squadra verso una sofferta salvezza recuperando il pesante handicap dell'inizio di stagione molto deludente (con Cardona in panchina). E' stata una risalita lenta e costante, anche se con qualche passo falso che ha rallentato i progressi come la sconfitta recente in casa del già retrocesso Forlì che ha rischiato di compromettere tutto. Il Taviano ci ha creduto sempre ed è stato premiato. Con la guida di Dagioni la squadra ha ottenuto ben 39 punti in 23 partite. Il Taviano diventa così la nota positiva delle pugliesi di serie A maschile dopo le retrocessioni del Prisma Taranto e della Teleunit Gioia del Colle.
PLAY OFF SCUDETTO - In A1 si decide tutto lunedì per i play-off scudetto. Le due semifinali sono in pareggio (2-2) e dunque la quinta gara è decisiva. In campo Sisley Treviso-Marmi Lanza Verona e Copra Piacenza-Itas Diatec Trentino.
Onofrio Bruno

SERIE A2 MASCHILE - RISULTATI ULTIMA GIORNATA

Mail Service Corigliano - EsseTi Carilo Loreto 2-3 (31-29, 25-12, 23-25, 21-25, 14-16)
Salento d'amare Taviano - Sira Cucine Ancona 3-0 (25-20, 25-21, 25-20)
Grottazzolina - Premier Hotels Reima Crema 3-1 (22-25, 25-22, 25-20, 25-22)
Carife Ferrara - Ermolli Castelnuovo 3-1 (25-21, 25-17, 23-25, 25-19)
Bassano Volley - Allegrini Bergamo 3-1 (23-25, 25-20, 25-15, 25-18)
Sudtirol AltoAdige Bolzano - Samia Schio 3-1 (25-16, 25-22, 22-25, 25-15)
Conad Forlì - Terra Sarda Cagliari 0-3 (22-25, 21-25, 19-25)
Isernia Volley - Codyeco S.Croce 3-1 (25-23, 22-25, 25-23, 25-23)

Classifica: Codyeco S.Croce 68; Terra Sarda Cagliari 65; Loreto 57; Bassano Volley 53; Sudtirol AltoAdige Bolzano 52; Crema, Carife Ferrara 45; Corigliano 42; Samia Schio, Ermolli Castelnuovo, Salento d'amare Taviano 41; Sira Cucine Ancona (miglior quoziente partite e miglior quoziente set), Isernia Volley, Allegrini Bergamo 40; Grottazzolina 37; Conad Forli' 13.

NOTE: S. Croce promosso in A1; Cagliari e Loreto alle semifinali play- off; Bassano, Bolzano, Crema, Ferrara ai quarti dei play-off; Isernia, Bergamo, Grottazzolina e Forlì retrocedono in B1.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione