Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 19:46

Castellana brutta ma felice nella serie A2 di pallavolo

CASTELLANA - Nell'ultima gara del 2011 al Pala Grotte la New Mater centra una vittoria, tanto più preziosa visto che, dopo il successo della capolista Segrate al tiebreak contro Genova, la vetta si avvicina a tre lunghezze. Il calendario adesso, però, sembra essere più difficile per Castellana che nell'ultima del girone di andata farà visita al Santa Croce (ko contro la Che Banca! Milano) e poi a Sora mentre i lombardi giocheranno in casa contro Isernia e Reggio Emilia
• Riecco il leone Molfetta
Castellana brutta ma felice nella serie A2 di pallavolo
BCC-NEP CASTELLANA-SIDIGAS ATRIPALDA 3-1 

BCC-NEP CASTELLANA: Falaschi 4, Milushev 11; Maric 14, Castellano 4; Salgado 11, Giosa 3; Cicola (L), Ricciardello, Rodriguez 9, Cazzaniga 15, Elia 7. N.e. Torre, Rinaldi. Allenatore Di Pinto.

ATRIPALDA: Paris 3, Nemeth 22; Scialò 1, Gallotta 10; Cuomo 6, D'Avanzo 3; Coppola (L); Bruno, Libraro. N.e Preziosi, De Paula. Allenatore Lorenzoni.

ARBITRI:Pozzi di Alessandria e venturi di La Loggia (TO)

PROGRESSIONE SET: 25-15 (in 19’), 25-27 (in 31’), 25-12 (in 20'), 25-23 (in 26') per un totale di un'ora e 36 minuti

NOTEBattute vincenti: Castellana 2, Atripalda 2. Battute sbagliate: Castellana 8, Atripalda 14. Muri: Castellana 18, Atripalda 4. Spettatori: 1000

CASTELLANA - Nell'ultima gara del 2011 al Pala Grotte la New Mater centra una vittoria, tanto più preziosa visto che, dopo il successo della capolista Segrate al tiebreak contro Genova, la vetta si avvicina a tre lunghezze. Il calendario adesso, però, sembra essere più difficile per Castellana che nell'ultima del girone di andata farà visita al Santa Croce (ko contro la Che Banca! Milano) e poi a Sora mentre i lombardi giocheranno in casa contro Isernia e Reggio Emilia.

Ma non è una bella prestazione quella contro Atripalda, fanalino di coda della serie A2 con due soli punti e con undici set all'attivo. Forse il sestetto di Di Pinto ha risentito della brutta batosta rimediata pochi giorni prima a Corigliano. Infatti solo nel primo e nel terzo parziale (in cui il sei più uno è stato stravolto con Elia, Rodriguez e Cazzaniga per Giosa, Castellano e Milushev) la Bcc-Nep ha giocato con continuità concedendo nel complesso ventisette punti agli avversari e spolverando un buon Salgado, al rientro tra i titolari, autore del primo punto conclusivo (25-15), undici in totale.

Contro i campani degli ex Gallotta, Bruno (castellanese d.o.c.) e Lorenzoni la Mater gioca una partita discreta, soprattutto tenendo conto della pochezza degli avversari che in svariate occasioni si dimostrano pasticcioni e confusionari evidenziando i motivi per cui sono ancorati alla graduatoria. Eppure, nonostante l'eclatante divario tecnico tra le due compagini, i padroni di casa sono stati protagonisti di preoccupanti passaggi a vuoto, sintomo di una condizione mentale – più che fisica – non ancora ottimale. Gli ospiti sono stati in grado di portare a casa il secondo set grazie all'imprecisione in attacco dei gialloblu (sei errori) e qualche leggerezza di troppo in ricezione (pessime le ultime due di Castellano sul servizio di Bruno). Musica ascoltata anche nella quarta partita con Atripalda avanti addirittura di quattro lunghezze (15-19) e con grande affanno sconfitta solamente nel finale grazie alla battuta mortifera di Cazzaniga, il migliore dei suoi (25-23).

Gianluca Cascione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione