Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 22:18

Il derby di Torrente «Contro la Samp voglio vincere»

BARI – “Ho tanti bei ricordi di quei tempi, come aver giocato contro Vialli e Mancini... Ora alleno il Bari e domani voglio vincere”: bandiera del Genoa da calciatore con 412 presenze, il tecnico del Bari, Vincenzo Torrente, spera domani di fare bottino pieno al San Nicola contro la Sampdoria. Sulla strategia che adotterà la squadra pugliese il ternico ha le idee chiare: “Non bisogna concedere nulla, stare corti e giocare con cattiveria”. Il Bari, però, dovrà fare i conti con l’ennesima emergenza
Il derby di Torrente «Contro la Samp voglio vincere»
BARI – “Ho tanti bei ricordi di quei tempi, come aver giocato contro Vialli e Mancini... Ora alleno il Bari e domani voglio vincere”: bandiera del Genoa da calciatore con 412 presenze, il tecnico del Bari, Vincenzo Torrente, spera domani di fare bottino pieno al San Nicola contro la Sampdoria. 

Sulla strategia che adotterà la squadra pugliese il ternico ha le idee chiare: “Non bisogna concedere nulla, stare corti e giocare con cattiveria”. Il Bari, però, dovrà fare i conti con l’ennesima emergenza per le squalifiche dei difensori Polenta e Dos Santos, oltre agli infortuni che bloccano i centrocampisti Bogliacino, Scavone e Forestieri. “Per la retroguardia – spiega Torrente – siamo in pochi ma sono contento del ritorno di Crescenzi e Garofalo”. I due terzini, assenti il primo per la convocazione della nazionale Under 21 e il secondo per infortunio, consentiranno di avere maggiore fluidità nella manovra, soprattutto in fase di costruzione. A centrocampo, invece, rientra il capitano Donati. “Massimo – spiega l'allenatore – ci fornirà qualità assoluta. Mi auguro di vedere il giusto atteggiamento del gruppo: mi piacerebbe la stessa mentalità mostrata contro il Torino. Anche Bellomo è fisicamente in crescita”. 

Torrente invita a non sottovalutare, nonostante il momento di crisi, gli avversari, che avranno in panchina il nuovo tecnico Iachini: “Affronteremo una Samp diversa da quella che si è vista nelle ultime partite. E’ una squadra – sottolinea - costruita per vincere, con le potenzialità da serie A. Conoscendo Iachini, il gruppo dovrà subito dimostrare il carattere che piace all’allenatore. Noi dovremo stare molto attenti. Non dovremo farci prendere dalla voglia di strafare e dalla frenesia come è capitato in qualche occasione qui in casa”. Il Bari giocherà con il modulo 4-3-3: Lamanna tra i pali, Crescenzi e Garofalo terzini, Ceppitelli e Borghese centrali, a centrocampo con Donati ci saranno Rivaldo e Bellomo, mentre la linea offensiva sarà formata da Defendi, Caputo e De Paula.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione