Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 17:33

Zeman: «In pochi lasceranno il segno come il Papa»

Il tecnico del Lecce: «Ha parlato di tutto con tutti. Non dimentichiamo che era stato accolto con scetticismo e che con l'esempio e con la parola si è guadagnata la simpatia di giovani e anziani, di cattolici e no». Da conservare i biglietti acquistati per Lecce-Siena
LECCE - «Poche persone lasceranno il segno come lui. Ha parlato di tutto con tutti. Non dimentichiamo che era stato accolto con scetticismo e che con l' esempio e con la parola si è guadagnata la simpatia di giovani e anziani, di cattolici e no». Lo ha detto l'allenatore del Lecce, Zdenek Zeman, rispondendo a domande di giornalisti a proposito di Papa Giovanni Paolo II.
Nella conferenza stampa, fatta prima che fosse nota la decisione del Coni di sospendere ogni attività sportiva, Zeman aveva detto: «Io farei giocare le gare nel ricordo del comportamento che ha insegnato Giovanni Paolo II. Sarebbe infatti importante che le gare si disputassero con un comportamento da parte dei giocatori e del pubblico in linea con l'insegnamento del Papa. So che sarebbe difficile ottenere il risultato sperato, Ma io ci proverei».
Zeman ha poi ricordato l'udienza riservata nel '91 da Giovanni Paolo II al Foggia quando lui lo allenava: «Ci colpì, quando entrò nella sala, la sua personalità e il suo carisma tanto che rimanemmo quasi bloccati».
Dopo l'annullamento della gara con il Siena, Zeman ha disposto che la squadra domani lavori regolarmente. Per le 10.30 ha convocato allo stadio tutti i giocatori per una seduta di allenamento.
Intanto la società del Lecce con un comunicato ha invitato i tifosi che avevano già acquistato i biglietti per la gara con il Siena a conservarli in attesa di comunicazioni successive.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione