Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 10:44

Lo sport italiano si ferma

Il Presidente del Coni Gianni PetrucciIl Presidente del Coni Gianni PetrucciROMA - Lo sport - almeno quello italiano - si ferma in segno di rispetto nei confronti del Papa. Così ha deciso il Coni e tutte le Federazioni si sono adeguate, rispedendo a casa gli atleti impegnati nelle manifestazioni del fine settimana, nonostante in alcuni casi si fosse addirittura già cominciato a gareggiare. Come nel tiro a volo, ad esempio, dove da ieri erano iniziate le competizioni nazionali del Gran Premio di Skeet a Capua e quello di Fossa Olimpica a Vibo Valentia. «I nostri tesserati sono appassionati che si sobbarcano lunghi e costosi viaggi per praticare questo sport - ha commentato il presidente Luciano Rossi - ma si sono fermati senza esitazioni ed hanno deciso di rientrare nelle proprie famiglie per un atto di fede e di testimonianza». Oltre 10 mila tiratori di tutta Italia oggi hanno sospeso l'attività agonistica.
Lo stop alle manifestazioni sportive ha fermato gli incontri della Coppa Italia di baseball, con le squadre già sui campi per il riscaldamento prepartita. Lunedì la federazione renderà noto come sarà riformulato il calendario della Coppa. Alt anche all'attività agonistica del softball.
Anche il Consiglio federale del basket, in ottemperanza a quanto stabilito dal Comitato olimpico, ha deliberato la sospensione di tutte le attività federali, sia a livello nazionale che regionale, fino a nuova comunicazione. Stessa decisione è arrivata dalla Federazione del calcio a cinque per tutte le partite previste tra oggi e domani nei vari campionati e da quella della pallamano, sempre in relazione alle gare del fine settimana, così come si sono fermate le competizioni riguardanti il tiro con l'arco. E si blocca anche il ciclismo, con le difficoltà specifiche di uno sport che si svolge sulle strade e che ha un grosso impatto con l'ordine pubblico. Non si disputerà la corsa internazionale per dilettanti di Col S.Martino in provincia di Treviso, una delle più importanti del calendario italiano. Si ferma anche l'internazionale di mountain bike di Arco di Trento e molte gran fondo, tra le quali spicca quella di Cervia, dove gli iscritti erano oltre 4.500. La Lega di pallavolo infine ha comunicato che i turni del weekend verranno recuperati lunedì.

Questi gli avvenimenti sportivi che saltano

- Campionato di calcio di serie A: saltano gli anticipi odierni, Fiorentina-Juventus e Lazio-Livorno in programma alle 18,00 e Milan-Brescia e Inter-Bologna alle 20,30. Il programma di domani prevedeva: Atalanta-Chievo, Cagliari-Sampdoria, Lecce-Siena, Palermo-Messina, Reggina-Parma, Udinese-Roma.
- Campionato di calcio di serie B: ieri è stato giocato l'anticipo Cesena-Arezzo. Questa sera erano in programma: Bari-Catania, Crotone-Triestina, Genoa-Albinoleffe, Perugia-Ternana, Pescara-Salernitana, Piacenza-Treviso, Torino-Empoli, Venezia-Catanzaro, Vicenza-Ascoli. Lunedì è previsto il posticipo Modena-Verona.
- Campionato di calcio di serie C in programma domani alle ore 15 (ieri è stato giocato l'anticipo Pro Patria-Cremonese).
- Campionati di calcio di tutte le categorie minori.
- Campionati di basket (match clou era il derby Milano-Varese).
- Campionati di pallavolo.
- Campionati di rugby, oltre alle tre partite del torneo Super 10 in programma oggi.
- Campionati di pallanuoto.
- Campionati italiani Open di pentathlon moderno. - Finale scudetto Milano-Cortina di hockey su ghiaccio, - Campionato di hockey su prato.
- Campionati italiani di karate.
- Campionato di pallamano (poule scudetto).
- Campionati assoluti di scherma (qualificazioni).
- Torneo di tennis challenger di Napoli (semifinali).
- Partite di Coppa Italia di baseball.
- Pattinaggio artistico, Gran Gala di Viareggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione