Cerca

Taranto sempre in vetta alla A1 di basker donne

PARMA - Vince ancora il Cras Taranto che a Parma pesca la quarta vittoria in cinque giornate, difendendo così la testa dell’A1 con Lucca, Umbertide e Como (che domenica prossima sarà ospite al PalaMazzola). In Emilia la squadra di Roberto Ricchini subisce solo 51 punti, ma sopratutto sconfigge anche le cattive condizioni fisiche di mezza squadra, con le acciaccate Mahoney, Siccardi, Dacic e Giauro, oltre all’assenza pesante di Godin, infortunatasi in settimana nella sfida di Eurolega persa a Cracovia
Taranto sempre in vetta alla A1 di basker donne
PARMA-CRAS TARANTO51-57 

PARMA Franchini 4, Corbani 4, Antibe 12, Adriana 9, Tobin 2; Battisodo 9, Gibertini, Slavcheva 7, Narviciute 4. Ne: Fall. All. Procaccini.

TARANTO Sottana 14, Greco 4, Balalrdini 12, Pascalau 7, Vaughn 8; Mahoney 2, Dacic 3, Giauro 5, Siccardi, Gianolla 2. All. Ricchini.

ARBITRI Boninsegna e Pisoni di Milano.

PARZIALI 13-18, 24-30, 31-40, 51-57.

NOTE - Tiri liberi: Pr 8/13, Ta 7/12. Tiri da 2: Pr 14/37, Ta 19/40. Tiri da 3: Pr 5/16, Ta 4/15. Rimbalzi: Pr 36, Ta 35. 

PARMA - Vince ancora il Cras Taranto che a Parma pesca la quarta vittoria in cinque giornate, difendendo così la testa dell’A1 con Lucca, Umbertide e Como (che domenica prossima sarà ospite al PalaMazzola). In Emilia la squadra di Roberto Ricchini subisce solo 51 punti, ma sopratutto sconfigge anche le cattive condizioni fisiche di mezza squadra, con le acciaccate Mahoney, Siccardi, Dacic e Giauro, oltre all’assenza pesante di Godin, infortunatasi in settimana nella sfida di Eurolega persa a Cracovia.

Così, senza un pilastro come il pivot francese, il commissario tecnico della nazionale azzurra femminile parte in quintetto con Vaughn e Pascalau nell’area colorata. La statunitense si fa subito sentire a rimbalzo (ne conquisterà 14), mentre la romena va a segno con 7 punti tutti nella prima frazione. Nella Lavezzini risponde Antibe, in una sfida stellare sotto canestro. Le emiliane pagano però un grande numero di palle perse e così al 10’ Taranto costruisce un piccolo vantaggio di 5 punti. Sono tante 16 palle perse in 20 minuti per Parma (su 24 totali), mentre nel Cras sale in cattedra anche Sottana. Il play della Nazionale guida le rossoblù, mentre Ricchini chiama in causa Giauro al posto di Pascalau gravata da 3 falli. Le ioniche riescono però a gestire un margine minimo di vantaggio che permette loro di andare all’intervallo sul +6.

Al rientro in campo Taranto tenta l’allungo con l’undicesimo punto di Sottana (24-32), mentre Ballardini segna il + 10: 24-34 al 22’. La squadra di Ricchini sale di intensità difensiva, concede solo 4 punti nei primi 7 minuti del parziale e al 28’ va a +11 (28-39) con una ritrovata Ballardini. L’ala raggiunge Sottana in doppia cifra con Taranto che allunga ancora fino al +14 (40-54) del 36’.

La partita è ormai nelle mani del Cras che giganteggia sotto canestro con Vaughn e che riesce a tenere a distanza l’ultimo tentativo disperato delle emiliane che, con la forza dell’orgoglio, riescono ad avvicinarsi fino a -6 con un 11-3 di parziale in cui escono alla distanza Antibe e Slavcheva. Non basta però a strappare il successo alle rossoblù.

Angelo Loreto

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400