Cerca

Muriel: «Lavoro per dimostrare che sono da A»

LECCE – «Mi dispiace per l’espulsione durante la partita contro il Cesena, ribadisco che non ho detto nulla contro l'arbitro, ho solo fatto un gesto istintivo e per questo ho subito chiesto scusa». Così l'attaccante colombiano dei giallorossi, sul rendimento del club salentino. «Sono contento che comunque domenica abbiamo conquistato una vittoria e punti importanti. Sto lavorando tantissimo per dimostrare le mie capacità»
Muriel: «Lavoro per dimostrare che sono da A»
LECCE – «Mi dispiace per l’espulsione durante la partita contro il Cesena, ribadisco che non ho detto nulla contro l'arbitro, ho solo fatto un gesto istintivo e per questo ho subito chiesto scusa». Così Luis Fernando Muriel, attaccante colombiano del Lecce, sul rendimento del club salentino. «Sono contento che comunque domenica abbiamo conquistato una vittoria e punti importanti. Sto lavorando tantissimo per dimostrare le mie capacità – ha sottolineato il calciatore sudamericano nel corso della conferenza stamoa – posso dare ancora di più. Il campionato italiano di Serie A è molto difficile e io, grazie ai validi consigli del nostro allenatore, sto cercando di entrare nei meccanismi. Di Francesco è bravissimo e cerco di apprendere velocemente tutto quello che mi dice per il bene della squadra. Mi sento in forma e motivato. Posso giocare in qualsiasi posizione di attacco e ho voglia di dimostrare le mie potenzialità, anche perchè sono consapevole del fatto che il Lecce rappresenti per me una grande vetrina anche per entrare a far parte della mia Nazionale. So che ci sono molte aspettative su di me e questo mi stimola maggiormente, poi, sapere che i tifosi mi sostengono, mi da una forte carica emotiva».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400