Cerca

Cras Taranto, a Lucca non è proprio giornata

LUCCA - Dopo quattro vittorie di fila tra serie A di basket femminile ed Eurolega, il Cras Taranto incassa la prima sconfitta in campionato. A Lucca la squadra di Roberto Ricchini, che oggi e domani a Roma dirigerà il suo primo raduno da commissario tecnico della Nazionale femminile, cade contro la difesa delle toscane, che concedono solo 31 tiri da 2 alle pugliesi contro i propri 51 fatti
Cras Taranto, a Lucca non è proprio giornata
LUCCA-CRAS TARANTO 66-58 

LE MURA LUCCA Corradini 6, Bagnara 9, Andrade 16, Willis 13, Hampton 5; Ruzickova 8, Gentile 9. Ne: Petri, Amato, Favilla. All. Diamanti.

TARANTO Sottana 12, Siccardi, Ballardini 7, Godin 6, Vaughn 7; Gianolla 4, Greco 11, Giauro, Pascalau 5, Dacic 6. All. Ricchini.

ARBITRI Pratillo di Casagiove e Paradiso di Pontedera.

PARZIALI14-10, 36-27, 55-42, 66-58.

NOTE - Tiri liberi: Lu 6/10, Ta 6/12; tiri da 2: Lu 24/51, Ta 20/31, tiri da 3: Lu 4/10, Ta 4/11. Rimbalzi: Lu 29, Ta 26.

LUCCA - Dopo quattro vittorie di fila tra campionato ed Eurolega, il Cras Taranto incassa la prima sconfitta in A1. A Lucca la squadra di Roberto Ricchini, che oggi e domani a Roma dirigerà il suo primo raduno da commissario tecnico della Nazionale femminile, cade contro la difesa delle toscane, che concedono solo 31 tiri da 2 alle pugliesi contro i propri 51 fatti.

Un dato che mette in luce le difficoltà molto più numerose del previsto per il Cras che si notano già dai primi minuti di gioco, nonostante Taranto vada avanti 6-4 con il solito strapotere sotto canestro. Ma le toscane tengono bene il campo contro un Cras che inizia a subire la difesa ordinata della squadra di Diamanti. Il risultato sono i soli 10 punti segnati nei primi 10 minuti. Nella seconda frazione Lucca trova nell’ala Andrade un ottimo terminale d’attacco, mentre Ballardini con una tripla al 15’ fa +1. E’ però l’ultimo vantaggio delle ioniche in tutta la partita perché con un paio di penetrazioni della portoghese e con due triple di Gentile, Lucca opera il break di 13-4 che fa +9 all’intervallo: decisiva l’asfissiante difesa e i dieci tiri in più da 2 della squadra toscana mentre il Cras ha Siccardi con 3 falli e altre tre giocatrici con 2.

Al rientro in campo è Sottana che prende in mano le sue: una tripla per il 38-32 e una per il 42-37 al 23’ permettono al Cras di dimezzare lo svantaggio. Ma nonostante gli assalti della squadra di Ricchini, Lucca ha in Andrade una macchina da punti: al 26’, e con 3 falli commessi, è già a quota 16 per il il nuovo +9 (48-39). Anzi, al 30’ Le Mura allunga ancora: prima Willis (52-42) e poi una tripla di Gentile portano al nuovo massimo vantaggio (+13). Il Cras con Ballardini, Vaughn e Pascalau tenta il tutto per tutto in avvio di ultima frazione (55-45 al 32’ e poi 59-49 al 34’) ma è solo un’illusione, perché in un attimo Willis e Ruzickova vanno a segno per il +14 sul 63-49 al 35’. Il 65-58 del 38’ è solo un’ultima illusione prima di alzare definitivamente bandiera bianca.

Angelo Loreto

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400