Cerca

Qualificazioni Mondiali 2006 - Più vicina per l'Italia

Italia-Scozia 2 a 0; quarta vittoria su 5 gare per gli azzurri di Lippi. Due splendide punizioni di Pirlo «staccano» di 5 lunghezze le inseguitrici Slovenia e Norvegia
MILANO - Altri tre passi verso la Germania. Quarta vittoria su 5 gare per gli azzurri di Lippi che battono 2-0 la Scozia con due splendide punizioni di Pirlo e «staccano» di 5 lunghezze le due inseguitrici, Slovenia e Norvegia, seconde con 7 punti ma con una gara in meno. Una vittoria importante per Cannavaro e compagni che adesso avranno tre trasferte consecutive (in ordine Norvegia, Scozia e Bielorussia) tra giugno e settembre. Italia bella, divertente e concreta nel primo tempo, modesta, invece, la Scozia di Smith che a parte la buona volontà e il calore dei 10.000 coloratissimi tifosi, fa vedere davvero poco. In fondo la classifica non lascia dubbi, 2 punti in 3 gare sono davvero pochi anche se Smith (all'esordio) alla vigilia aveva detto di credere ancora nella qualificazione. Convincente nel primo tempo, stanca nella ripresa la Nazionale, ma alla fine Lippi aveva chiesto i tre punti e i tre punti sono arrivati. Nei primi 45 minuti il tridente azzurro fa un figurone, il più ispirato e propositivo è Totti, ma anche Cassano regala qualche bella ed utile giocata, mentre Gilardino si fa trovare sempre pronto quando viene chiamato in causa. Positivo anche l'avvio di Chiellini (preferito a Grosso per sostituire Zambrotta), suo il primo tiro che Douglas devia in angolo. Poi sale in cattedra Totti che regala grandi giocate e che nel giro di 7 minuti va al tiro tre volte trovando sempre pronto Douglas.
Funziona anche la regia di Pirlo che. al 26', inventa uno splendido assist per Cassano, piatto destro al volo del barese, ma Douglas devia in angolo. L'Italia insiste e il pubblico gradisce. Gilardino ci prova al 27' e al 31' (bell'avvitamento di testa), ma Douglas è sempre attento. Ci vuole un'invenzione, la trova Pirlo al 35'. Il centrocampista rossonero batte una punizione dai 20 metri calciando sul palo del portiere, Douglas ingannato e Italia meritatamente in vantaggio. Al 44' finalmente si vede la Scozia, ma il tiro-cross di Miller fa soltanto il solletico a Buffon. Ben più pericolosa lo splendido triangolo Cassano-Gilardino-Cassano che porta Totti al tiro, ma la sua conclusione è alta. Finisce 1-0 il primo tempo, Italia incoraggiante, Scozia decisamente inferiore. Ma l'avvio ripresa dei britannici mette paura agli azzurri, al 7' Buffon compie un miracolo su un sinistro ravvicinato di Miller, un minuto dopo stessi protagonisti e stesso esito: Buffon salva su Miller. L'Italia appare stanca, Lippi decide che è meglio rinunciare al tridente, dentro De Rossi e fuori Totti. La Scozia prova a fare la partita, ma la tecnica è quella che è e l'Italia deve solo tenere le posizioni per difendere il risultato. Lippi inserisce anche Toni, fuori Cassano. Al 35' proprio De Rossi offre a Gilardino la palla del 2-0, ma l'attaccante del Parma non ne approfitta. Al 40' la seconda prodezza di Pirlo che fissa il risultato sul 2-0. Italia promossa, ma il tridente funzionerà anche con squadre più attrezzate della Scozia?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400