Cerca

Bari rimaneggiato nell'anticipo di B contro il Pescara

BARI – Oltre al capitano Donati (squalificato), non sono disponibili il centrocampista Bogliacino e il terzino Garofalo. A centrocampo accanto a De Falco sarà schierato il mediano Kopunek, mentre in difesa nel ruolo di terzino ci sono due opzioni: Ceppitelli e Polenta. In avanti sarà confermato dal primo minuto il trequartista Stoian, mentre Rivas, Forestieri e De Paula si contendono le altre due maglie alle spalle della punta Marotta
• Bari-Pescara a Baracani
• Club deferito: sarà penalizzato
• Incontro Bari-Meleam
Bari rimaneggiato nell'anticipo di B contro il Pescara
BARI – Il Bari affronterà l’anticipo della tredicisima di campionato in serie B senza tre titolari: oltre al capitano Donati (squalificato), non sono disponibili il centrocampista Bogliacino e il terzino Garofalo. Non sono stati convocati i difensori Sini e Masi e l’infortunato laterale Galano. 

Il tecnico, Torrente, ha studiato le contromisure nell’allenamento di rifinitura svolto stamattina al San Nicola, a porte chiuse. 

A centrocampo accanto a De Falco sarà schierato il mediano Kopunek, mentre in difesa nel ruolo di terzino ci sono due opzioni: Ceppitelli e Polenta. In avanti sarà confermato dal primo minuto il trequartista Stoian, mentre Rivas, Forestieri e De Paula si contendono le altre due maglie alle spalle della punta Marotta.

Per il tecnico dei pugliesi, Torrente, il Pescara è “la squadra che ha offerto finora il miglior gioco del campionato”. 

Per l’allenatore di Cetara “Zeman è un grande allenatore. Un lusso per questa categoria. Ha portato nel nostro calcio qualcosa di nuovo, come Sacchi con il Milan. Molti di noi nel corso degli anni hanno tentato di rubare qualcosa al suo modo di giocare. Nell’ultimo periodo il boemo è riuscito a trovare anche un certo equilibrio in fase difensiva. Nelle ultime quattro partite ha subito soltanto due gol: insomma sarà quella con gli adriatici sarà una sfida molto impegnativa”. 

Sul piano tattico le assenze costringeranno il Bari ad avere in campo meno esperienza e soprattutto meno qualità a centrocampo, ma Torrente non si scompone: “Dovremo prestare molta attenzione alla velocità degli avversari. E ci vorrà molta concretezza sotto porta. Dovremo ripartire da quei quaranta minuti positivi sul piano del gioco contro la Juve Stabia”. 

Infine una battuta sulle assenze su entrambi i fronti: “Donati è una nostra pedina importante, quanto a personalità. E' una vera e propria guida. Cercheremo di non far sentire la sua mancanza. Ci sarà però il rientrante De Falco, avrà compiti di play-maker. Zeman rinucerà a Immobile? E’ un elemento di valore, ma nel Pescara segnano tutti, da Insigne a Sansovini”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400