Cerca

Corvino: «Resterò a Lecce»

Il direttore sportivo: «Roma e Fiorentina? Credo siano solo voci perché nessuno mi ha contattato». Il d.s. giallorosso parla anche di Zeman: «Il mio futuro non è legato al suo e viceversa. La società, comunque, vuole proseguire con l'attuale allenatore e non penso ci siano problemi»
ROMA - Pantaleo Corvino giura fedeltà al Lecce. Lo fa ai microfoni dell'agenzia radiofonica GRT: «Ho un contratto fino al 2007 e nelle mie previsioni non c'è quella di cambiare società. Roma e Fiorentina? Credo siano solo voci perché nessuno mi ha contattato». Il d.s. giallorosso parla anche di Zeman: «Il mio futuro non è legato al suo e viceversa. Il Lecce, comunque, vuole proseguire con l'attuale allenatore e non penso ci siano problemi. Zeman ha accettato di venire qui, quando intorno a noi c'era scetticismo, non vedo perché non dovrebbe restare ora che ha capito di trovarsi bene».
Corvino dice la sua anche sul rifiuto dei milanisti Gattuso e Pancaro di sottoporsi, domenica scorsa, al prelievo del sangue: «Non ci si può scandalizzare, hanno solo messo in pratica quanto consentito dalle regole». Poi sulla mancata convocazione di Cassetti in nazionale: «Non penso dipenda dalla ruggine tra Lippi e Zeman. Scherzando, anch'io avevo detto che, se Cassetti non fosse arrivato in azzurro, mi sarei incatenato davanti a Montecitorio, ma sono battute che si fanno per sensibilizzare l'opinione su certi argomenti. Marco ha dimostrato di meritare la nazionale. Credo e spero che possa arrivarci». Le prestazioni dell'esterno lombardo hanno suscitato l'interesse dei grandi club. Corvino conferma: «Cassetti è già un uomo-mercato, insieme a Vucinic, Stovini e Ledesma. Per loro abbiamo ricevuto delle offerte. Da parte di chi? In questo momento preferisco non dirlo. Per trattare aspettiamo la fine del campionato».
Il dirigente della società salentina fa poi un confronto tra Vucinic e Bojinov, ceduto alla Fiorentina durante il mercato di gennaio: «Il serbo ha doti tecniche importanti, forse superiori al bulgaro, che in compenso è pi potente. Entrambi, però, hanno il senso del gol, che per un attaccante resta la qualità fondamentale». Autentico scopritore di talenti, Corvino ha già individuato le nuove promesse del panorama calcistico nazionale: «In serie A sta facendo molto bene Gobbi del Cagliari, mentre nel campionato cadetto si stanno segnalando i due attaccanti del Treviso, Barreto e Reginaldo, oltre al cileno Jimenez della Ternana».
Una battuta anche sul divorzio tra la Roma e Baldini: «In tutti i matrimoni può esserci una crisi. Sono cose normali, non c'è da scandalizzarsi. Se consiglierei ad un mio collega di andare alla Roma? Quella giallorossa è una grande società. La famiglia Sensi ha fatto sacrifici importanti, verrà fuori alla grande anche da questa situazione. Corvino possibile sostituto di Baldini? Io resto a Lecce. Sicuro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400