Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 22:22

Vela evento a Taranto Per la Coppa Italia 170 Laser in mar Grande

di ALESSANDRO SALVATORE
Centosettanta atleti, dal 29 ottobre al 1° novembre, si daranno battaglia nella rada di Mar Grande sull’imbarcazione Laser. In palio c’è la «Italia Cup 2011-Coppa dei Campioni» di vela. L’evento, presentato ieri dal Comitato dei Circoli Velici Tarantini e dall’Assonautica, vedrà confluire nel capoluogo jonico circa 500 persone, «tra agonisti, tecni ci ed accompagnatori. Tali numeri denotano lo spessore di una manifestazione che serba un valore sportivo-turistico, che può avere una ricaduta economica sul territorio» evidenzia il presidente del Circolo Vela Taranto Bartolomeo Maugeri
Vela evento a Taranto Per la Coppa Italia 170 Laser in mar Grande
di ALESSANDRO SALVATORE

Centosettanta atleti, dal 29 ottobre al 1° novembre, si daranno battaglia nella rada di Mar Grande sull’imbarcazione Laser. In palio c’è la «Italia Cup 2011-Coppa dei Campioni» di vela. L’evento, presentato ieri dal Comitato dei Circoli Velici Tarantini e dall’Assonautica, vedrà confluire nel capoluogo jonico circa 500 persone, «tra agonisti, tecni ci ed accompagnatori. Tali numeri denotano lo spessore di una manifestazione che serba un valore sportivo-turistico, che può avere una ricaduta economica sul territorio» evidenzia il presidente del Circolo Vela Taranto Bartolomeo Maugeri. 

VERSO UN FUTURO IMPORTANTE - Non è un caso che la Federazione nazionale abbia attribuito ai sei circoli del comitato velico tarantino l’organizzazione della Coppa Italia 2011, che rappresenta la regata nazionale che conclude un circuito che dal 5 marzo ha coinvolto Salerno, Andota ed Arzachena. «A Taranto si terrà la prestigiosa Italia Cup-Coppa Campioni, suddivisa nelle varie categorie della popolare monoposto Laser - spiega Alberico Albano, segretario della zona pugliese, l’ottava, della Federvela -, che si daranno battaglia in quello splendido e funzionale stadio dell’acqua e del vento, che è il golfo jonico. Questa tappa, che il comitato velico si è garantita dopo anni di sacrifici e di risultati, offrirà uno spettacolo bellissimo. La manifestazione può essere il trampolino di lancio per altri appuntamenti di livello internazionale. Taranto non deve porsi limiti, ma è fondamentale la sinergia tra gli enti». 

IL CAMPO DI REGATA COL PUBBLICO - Lo scenario dell’Italia Cup 2011 sarà visibile ad occhio nudo, perché le imbarcazioni regaterranno ad un massimo di 1,5 miglia dalla costa. Il percorso, realizzato tra boe di tipo trapezoidale, sarà posizionato in modo da permettere alla cittadinanza di ammirare le evoluzioni della regata dall’intero Lungomare di Taranto. Fondamentale, per la realizzazione dell’evento, il supporto logistico e legislativo da parte della Marina Militare, rappresentata in conferenza stampa dal presidente della Sezione velica di Taranto, il capitano di vascello Alessandro Mino. Quest’ultimo spiega che «il Comando in Capo ha disposto l’impiego di Nave Cheradi, che imbarcherà gli accompagnatori degli atleti che vorranno assistere alle regate». Una chiosa, quest’ultima, che non ha trovato riscontro nell’organizzazione della manifestazione, «perché le amministrazioni pubbliche - è stato detto - non garantiranno un supporto logistico». 

ANCHE I TARANTINI IN LIZZA - Marco Traversa, Marcello Strazzeri e Federico De Michele: è questo il trio tarantino che può ritagliarsi uno spazio di celebrità alla «Italia Cup 2011». L’evento, che vedrà una serie di prove (regate) che saranno corse il 29 ottobre dalle ore 13, il 30, 31 ed 1 novembre dalle ore 11, si suddivide nelle categorie del natante inventato nel 1971 dal canadese Bruce Kirby: Laser Radial con età minima di 17 anni, Standard col limite under 19, 4.7 per i nati nel 1997-98-99, Master dai 35 anni in su. La manifestazione assegnerà anche il titolo della Coppa Campioni alle squadre di un’unica zona velica unica. In palio anche la wild card per gli Europei 2012. A tutti i partecipanti, che godranno dell’accoglienza degli studenti dell’istituto alberghiero di Leporano-Maruggio, l’organizzazione augura buon vento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione