Cerca

Ostuni crolla nell’ultimo quarto al Piacenza la sfida tra matricole

BRINDISI - Nella Legadue di basket maschile vince la Morpho Piacenza, meritatamente, ed è altrettanto giusto che l’Assi abbia tanto da recriminare sulla sua scriteriata gara, decisamente vittima della confusione creatasi e della serata «no» di almeno un paio di suoi giocatori. Vince Fabio Corbani che così ha la meglio sul suo maestro, Franco Marcelletti. Le due neopromosse a confronto. Basterebbe questo per rendere interessante lo scontro. Ad ogni modo, da aggiungere, che entrambi quintetti si presentano con una sola vittoria dopo i primi tre turni
Ostuni crolla nell’ultimo quarto al Piacenza la sfida tra matricole
Assi Ostuni-Morpho Piacenza 78-89 

Assi Ostuni: Sirakov n.e., Klobucar 7 (2/3, 1/3), Jurevicus 22 (5/8, 3/6), Marino 5 (1/2, 1/2), DiLiegro 6 (2/8), Basei 12 (5/5), Margio n.e., Rinaldi 8 (4/5), Carenza n.e., Rossetti (0/3, 0/1), Johnson 18 (2/6, 2/6). All.Marcelletti.

Morpho Piacenza: Casella, Infante 11 (3/6, 0/2), Harrison 18 (5/7, 1/2), Passera 4 (2/3, 0/1), Perego 2, De Nicolao n.e., Stecconi n.e., Varrone n.e., Voskuil 17 (1/2, 5/8), Scarone 18 (1/3, 4/7), Amoroso 4 (1/3), Anderson 15 (3/6, 1/4). All. Corbani.

Arbitri: Di Francesco, Gagliardi, Mark Bartoli.

parziali 20-22, 39-46, 63-63, 78-89

note - Tiri liberi: Assi 15/18, Morpho 24/28. Tiri da 2: Assi 21/40, Morpho 16/30. Tiri da 3 Assi 7/18, Morpho 11/24. Rimbalzi: Assi 29, Morpho 28. Assist Assi 11, Morpho 13. Usciti per 5 falli: Klobucar (31’04”: 63-66). Tecnico alla panchina dell’Assi (66-76: 35’21”), Amoroso 42-53, 24’05”).

Brindisi - Vince la Morpho Piacenza, meritatamente, ed è altrettanto giusto che l’Assi abbia tanto da recriminare sulla sua scriteriata gara, decisamente vittima della confusione creatasi e della serata «no» di almeno un paio di suoi giocatori. Vince Fabio Corbani che così ha la meglio sul suo maestro, Franco Marcelletti.

Le due neopromosse a confronto. Basterebbe questo per rendere interessante lo scontro. Ad ogni modo, da aggiungere, che entrambi quintetti si presentano con una sola vittoria dopo i primi tre turni.

Quintetti scontati al via con Johnson, Jurevicus, Klobucar, Rinaldi, DiLiegro da una parte e Passera, Harrison, Voskuil, Anderson e Infante. E’ atteso al debutto in casa Klobucar, l’eroe della gara di Forlì, ma l’ultimo arrivato commette 3 falli nell’arco di 8’, obbligando Marcelletti al cambio. La situazione falli degli ostunesi si accentua nella seconda frazione perché tre penalità pesano anche su Basei (12’41”) e Jurevicus (13’49”). Peraltro Ostuni è obbligato, sin dal fischio iniziale, ad inseguire, atteso che dopo 4’30” accusa un ritardo di 11 lunghezze (4-15) che, ad ogni modo riesce a recuperare ed a rimettersi in partita prima con DiLiegro (11-15, 6’14) e poi con Basei (13-15) entrato al posto di Rinaldi. Il primo tempo si chiude sul 20-22, a dimostrazione che Ostuni, una volta rientrato in gara, non molla di un passo.

Nel secondo parziale è Piacenza - che difende a zona - a comandare il gioco con gli uomini di Marcelletti costretti ad inseguire sino al 17’30, quando il tabellone segna il 36 pari, dopo il 2/2 dalla lunetta per il terzo fallo di Scarone. Ostuni non ha alcun apporto da Jurevicus e DiLiegro, mentre Piacenza (Scarone 10) può contare anche sui due colored: Harrison e Anderson (14 punti in due). Al 20’ è 39-46 con Anderson che realizza sulla sirena.

Alla ripresa, mentre continua la latitanza di DiLiegro, sale in cattedra Jurevicus (era ora) che prende per mano la sua squadra e la riporta in quota con una tripla (28’28”: 61-63). Il lettone se avesse potuto contare su un più ordinato Johnson non avrebbe di certo sofferto tanto nell’inseguire i piacentini.

E’ la situazione falli (per entrambe le squadre) a pesare sull’ultimo quarto. L’avvio è tutto della Morpho: 8-0 (63-71) con Klobucar fuori per falli e con i suoi compagni che non riescono ad andare a canestro. Infante fa 10-0 (63-73). A dare un’ulteriore botta c’è anche il tecnico fischiato alla panchina e con Jurevicus a fare la parte del boia e dell’impiccato: 37’ 69-80. Il finale è tutto di marca piacentina con Anderson e Voskuil che mettono fine alla gara, la prima vittoria in trasferta.

fds

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400