Cerca

Lecce, Diamoutene chiede scusa

Il difensore del Mali ammette le responsabilità per la sconfitta subita a Udine nell'ultima gara di serie A. Si è fatto espellere sull'1-0 per il Lecce, la partita poi è finita 2-1 per l'Udinese. «Aver lasciato i compagni in 10 è la cosa che mi dispiace e mortifica di più». In B, il Bari si prepara per la trasferta di Terni
LECCE - Il Lecce ha ripreso questa mattina gli allenamenti, dopo il lunedì di riposo concesso da Zeman al termine della sconfitta di Udine. Nel pomeriggio tutta la squadra, con lo staff tecnico e i dirigenti, prenderà parte alla cerimonia del Precetto Pasquale, organizzata dal settore giovanile, al Pastor Bonus. Intanto Diamoutene chiede scusa e ammette le proprie responsabilità per la sconfitta che il Lecce ha subito ad Udine nell'ultima gara di serie A. Il difensore del Mali si è fatto espellere sull'1-0 per il Lecce, la partita poi è finita 2-1 per l'Udinese. «Aver lasciato i compagni in 10 è la cosa che mi dispiace e mortifica di più - spiega il difensore salentino -. A Udine potevamo vincere e mi rendo conto che questa mia esuberanza, dovuta forse anche ad una certa fisicità, ha creato problemi in più di una occasione, ad esempio il rigore su Jankulovski sul 3-3 proprio contro i friulani, nell'andata. Davvero in questa gara di ritorno si poteva vincere, ma la mia espulsione ha creato difficoltà ai compagni. Me ne rammarico e chiedo scusa. Ha ragione il nostro allenatore quando afferma che ho peccato di ingenuità».

In serie B, Per il Bari inizia la settimana di avvicinamento alla gara con la Ternana, in programma il prossimo 26 marzo. Unici assenti, questo pomeriggio, alla ripresa degli allenamenti, Gazzi e Doudou. Ha ripreso con il gruppo Goretti dopo una sosta di quasi un mese per l'ormai risolto problema al ginocchio. Ha lavorato a parte Von Schwedler. Per domani è in programma una doppia seduta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400