Cerca

Forestieri (Bari) «Sogno di essere come Barreto»

BARI – Tre punti firmati Nando Forestieri, chiamato 'El Topà, nomignolo affibbiatogli dal nonno quando era un pulcino. Il Bari si affaccia nella zona nobile della classifica di serie B grazie al gol partita contro l’Empoli dell’italo-argentino, primo centro in campionato. Il giovane talento non nasconde di voler in futuro diventare una bandiera biancorossa. “Mi sono molto emozionato – spiega Forestieri - nell’esultare sotto la curva nord dopo la rete ai toscani. Ho avuto i brividi. Dopo ho pianto e la notte non ho nemmeno dormito”
Forestieri (Bari) «Sogno di essere come Barreto»
BARI  – Tre punti firmati Nando Forestieri, chiamato 'El Topà, nomignolo affibbiatogli dal nonno quando era un pulcino. Il Bari si affaccia nella zona nobile della classifica di serie B grazie al gol partita contro l’Empoli dell’italo-argentino, primo centro in campionato. Il giovane talento non nasconde di voler in futuro diventare una bandiera biancorossa. “Mi sono molto emozionato – spiega Forestieri - nell’esultare sotto la curva nord dopo la rete ai toscani. Ho avuto i brividi. Dopo ho pianto e la notte non ho nemmeno dormito”. 

Il tecnico alla vigilia della sfida aveva deciso di mandare Forestieri in panchina, poi le incertezze sulla tenuta fisica di Bogliacino gli hanno restituito la maglia da titolare. “Torrente – spiega il nuovo talento del Bari – ha creato un gran gruppo. E’ la prima volta che mi trovo con così tanto affiatamento con i compagni. L’allenatore ci motiva e carica: ha ragione quando ci esorta a meritare un posto nell’undici titolare”. Sul piano del gioco, i pugliesi però non hanno ancora mai brillato, anche a causa di una perdurante propensione all’individualismo degli attaccanti: “Torrente ci critica perchè teniamo troppo palla. Ha ragione. Io e Rivas – spiega - in questo dobbiamo migliorare. Ci alleniamo tanto, in settimana sembriamo il Barcellona ma la domenica non riusciamo a mettere in pratica quanto preparato”. 

Infine, il sogno di Forestieri da costruire a suon di gol e prestazioni di rilievo: “Vorrei – conclude il fantasista - diventare una bandiera del Bari. Come Barreto”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400