Cerca

Brindisi, brutta scoppola Pistoia passeggia al PalaElio Ostuni, storica vittoria a Forlì

BRINDISI - La «vendetta» di coach Moretti; la sconfitta (la seconda in casa) di coch Bucchi, il festival degli errori di tre arbitri che peggio non si sono mai visti sul parquet di Brindisi in questi ultimi dodici mesi, tre in grigio da mandare al ripasso delle regole (scarsi). È la sintesi di una gara che Pistoia ha meritato largamente di vincere e di un’altra squadra, l’Enel Basket, che ha ancora una volta dimostrato di non avere personalità, di essere lontana da quella che avrebbe dovuto essere un gruppo che avrebbe dovuto puntare alle zone alte della classifica della Legadue di basket maschile
Brindisi, brutta scoppola Pistoia passeggia al PalaElio Ostuni, storica vittoria a Forlì
Enel Brindisi-Tesi G. Pistoia 80-95 

Enel Basket Brindisi: Renfroe 7 (1/3, 1/3), Hunter 18 (1/6, 3/5), Ndoja 14 (0/3, 4/8), Callahan 20 (5/7, 3/3), Borovnjak 9 (4/7); Formenti 4 (2/5), Simoncelli 5 (1/5 da 3), Maestrello (0/3 da 3), Poletti 3 (1/2), Zerini n.e, Leggio n.e., Preite n.e.. All. Bucchi.
Tesi group pistoia: Mathis 8 (3/8), Jones 20 (6/7, 1/2), Hardy 25 (7/12, 1/7), Toppo 12 (4/5, 1/1), Galanda 10 (1/2, 1/2); Yango 7 (3/4), Gurini 13 (6/10, 0/2), Saccaggi, Tuci n.e. Della Torre n.e. All. Moretti
ARBITRO: Calbucci, Moretti, Pecorella.
Parziali: 24-20, 39-35, 58-65, 80-95.
Note - Tiri liberi: Br 16/18, Pt 23/28. Tiri da 2: Br 14/33, Pt 30/48. Tiri da 3: Br 12/31, Pt 4/14. Rimbalzi: Br 29 (Callahan 8), Pt 41 (Jones 9). Assist: Br 8 (Hunter 3), Pt 5 (Mathis 3). Spett. 3.500.

BRINDISI - La «vendetta» di coach Moretti; la sconfitta (la seconda in casa) di coch Bucchi, il festival degli errori di tre arbitri che peggio non si sono mai visti sul parquet di Brindisi in questi ultimi dodici mesi, tre in grigio da mandare al ripasso delle regole (scarsi). È la sintesi di una gara che Pistoia ha meritato largamente di vincere e di un’altra squadra, l’Enel Basket, che ha ancora una volta dimostrato di non avere personalità, di essere lontana da quella che avrebbe dovuto essere un gruppo che avrebbe dovuto puntare alle zone alte della classifica. Venti minuti di gioco sufficiente (i primi), poi niente più. Con Mathis, Jones e Hardy che hanno preso i loro compagni per mano e con Galanda e Yango li hanno condotti ad una vittoria umiliante per Brindisi.

La gara. E’ subito Enel visto che dopo 2’40” è sopra di 8 lunghezze (11-3) con le triple di Hunter e Ndoja. Poi è Renfroe ad infilare dalla grande distanza con il capitano Ndoja che lo imita ancora, portando Brindisi sul 17-9. Time out di Pistoia, Moretti dà consigli e pian piano i biancorossi iniziano il riscatto che porta le firme di Jones, Mathin e Galanda: all’8’ è 21-18, anche perché Brindisi non ha in campo Ndoja (2 falli), mentre dall’altra parte non c’è Yango (3 falli). Sul filo della sirena del primo tempino è Callahan ad infilare la bomba che porta Brindisi sul 24-20. L’inizio del secondo quarto di gara è la brutta copia del primo: per 5’ il grande assente è il canestro, atteso che al 15’ sul tabellone è 29-27, in pratica solo un 5-3. Basket sufficiente, anche se in campo c’è molto agonismo. Poi, nella seconda parte del quarto le squadre si sciolgono e chiudono sul 39-35 (2/2 di Ndoja).

Non è una gran bella pallacanestro. Brindisi ha un 4/19 da 2 e 8/17 da 3; mentre Pistoia chiude i 20’ con un migliore 11/23 da 2 e un meno convincente 2/9 da 3. Solo Ndoja raggiunge la doppia cifra in fatto di punti messi a segno (11, 3/3 dalla distanza).

La ripresa è a favore di Pistoia che prima subisce il 5-0 di Hunter (44-37) poi al 25’16” realizza il pari: 54-54 (tripla di Hardy). Brindisi e Pistoia stazionano sul 56-56, ma poi è lo scatto di Jones, Yango e Hardy a dare il vantaggio, al 30’ (58-65) ai giocatori della Tesi Group. Tre minuti e Brindisi riagguanta la parità (67-67) con Renfroe (2/2). La gara si scalda ancora di più. Un canestro stupendo di Callahan annulla il vantaggio di Pistoia: ma un minuto dopo è ancora il quintetto toscano ad aver 5 punti di vantaggio (69-74: Gurini e Mathis) che diventano 9 (71-80) con Hardy piazza due canestri da sotto misura, e con Brindisi che continua ad andare in bambola. Renfroe (fischiatissimo) lascia il parquet per Hunter. Il pubblico è tutto contro la sua squadra che subisce Gurini che porta a +11 (73-84). E’ un Brindisi che sbanda paurosamente sotto i colpi di Pistoia ma solo perché i biancazzurri compiono inenarrabili errori. Logici i 15 punti che mortificano ogni oltre dire il pubblico del palaElio che accompagna la squadra con sonori fischi.

Franco De Simone

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400