Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 15:52

Semeraro e Stella esultano sono campionesse italiane

di ANGELO LORETO
TARANTO - Ancora successi per l'atletica tarantina. Dopo il trionfo della scorsa settimana a Rieti, dove i marciatori laertini Vito Minei e Anna Clemente si sono laureati campioni italiani Allievi, ieri è stata la volta di altri due titoli. Li hanno conquistati la marciatrice Noemi Stella e l'astista Francesca Semeraro, due delle punte di diamante della squadra pugliese ai Campionati nazionali Cadetti che si sono conclusi ieri a Jesolo
Semeraro e Stella esultano sono campionesse italiane
TARANTO - Ancora successi per l'atletica tarantina. Dopo il trionfo della scorsa settimana a Rieti, dove i marciatori laertini Vito Minei e Anna Clemente si sono laureati campioni italiani Allievi, ieri è stata la volta di altri due titoli. Li hanno conquistati la marciatrice Noemi Stella (nella foto con l'allenatore)e l'astista Francesca Semeraro, due delle punte di diamante della squadra pugliese ai Campionati nazionali Cadetti che si sono conclusi ieri a Jesolo.

Vittoria annunciata per Stella, classe 1997, alla 3000 metri della Kinder+Sport Cup, 38ma edizione della rassegna tricolore giovanile. Il talento della Don Milani Mottola che aveva iniziato col mezzofondo nell’Atletica Grottaglie e che solo in seguito è passata alla società mottolese che sta sfornando un talento dietro l’altro nella marcia (e che a parità di età sta facendo registrare tempi migliori anche di quelli della campionessa olimpica giovanile Anna Clemente), ha trionfato in 14:00.49, 8 secondi e mezzo in più del record nazionale Cadetti (13:51.00) da lei detenuto e firmato lo scorso 25 giugno a Matera. Ha staccato di 29 secondi la seconda classificata mentre quarta, a meno di 3 secondi dal podio (15:10.24, primato personale), si è piazzata Silvia Lamarra. A completare il bilancio delle giovani atlete allenate dal tecnico Tommaso Gentile è arrivato l'ottavo posto di Silvia Scarano (15:27.79).

È stato invece un monologo spettacolare quello di Francesca Semeraro. La tarantina del Cras allenata da Danilo Diana ha stravinto nell’asta stracciando per ben tre volte il record regionale e tentanto, ma senza successo, l’assalto a quello nazionale. 3.50 la misura con la quale ha conquistato il titolo tricolore, lasciando indietro di ben mezzo metro la seconda classificata, la piemontese Helen Falda. La Semeraro si era assicurata la vittoria saltando al primo tentativo 3.10. Poi è passata direttamente a 3.40, superato al terzo salto. Con il primato regionale e personale già in tasca, ha saltato 3.45 e 3.50, chiudendo con tre nulli a 3.56 che sarebbe stato nuovo record italiano di categoria.

a. lor.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione