Cerca

Respinto dal giudice sportivo il reclamo del Melfi

Chiedeva la ripetizione della gara con il Latina (girone C della C2) finita 0-0. In C1, stop di un turno per Tondo del Martina. In C2, due giornate a Niscemi e una a Malagnino e Magnogna del Taranto. Una gara anche a Degiosa del Manfredonia • Confermato: Matera-Solofra 1-0
Il Giudice Sportivo della Lega Professionisti Serie C, in merito alle gare dell'11-14 marzo del Campionato di serie C1, ha squalificato 25 giocatori. Per due gare è stato squalificato Capezzuto (Sora) e per una Benin, Smanio (Cremonese); Matteassi (Spezia), Russo, Mariani (Como), Caccavale (Novara), Valiani (Pistoiese), Mastronicola (Rimini), Canini (Sambenedettese), Mengoni (Fermana), Voria (Benevento), Carteri (Cittadella), Sapienza (Prato), Caselli (Vis Pesaro), Vasari, Kone, Priolo, Tombesi (Vittoria), Manni, Zamperini (Acireale), Masolini (Lumezzane), Tondo (Martina), Costanzo (Sora); Marco Aurelio (Teramo). Tra i dirigenti inibito fino al 22 marzo Giraldi (Prato) e Fucci (Benevento). Tra le società ammende a Sambenedettese (3.500 euro), Napoli (2.000 euro), F.Andria (1.000 euro), Rimini, Sora, Vis Pesaro, Vittoria (700 euro), Spezia (400 euro), Teramo (350 euro), Avellino, Benevento, Padova (300 euro), Como (250 euro), Frosinone, Lanciano (200 euro).
In C2, per due gare sono stati fermati Berretti Niscemi (Taranto) e per una Martinelli (Latina), Galantucci, Moschella (Rende); Galizia, Panini (Cavese), Ancione (Igea Virtus), Ambrosi (Juve Stabia), Degiosa (Manfredonia), Garofalo (Nocerina), Marasco (Pro Vasto), Malagnino, Magnogna (Taranto). Tra gli allenatori squalificato per due gare Silipo (Pro Vasto). Tra i dirigenti inibiti fino al 29 marzo Riccardi (Manfredonia). Tra le società ammende a Juve Stabia (700 euro), Manfredonia, Rende (500 euro), Nocerina, Cavese (250 euro).
Respinto il reclamo del Melfi per la gara con il Latina del 22 febbraio scorso. Il Melfi chiedeva la ripetizione della gara per errore tecnico lamentando che l'arbitro avesse ammonito due volte il calciatore del Latina Emanuele Martinelli, non provvedendo all'espulsione. Il giudice ha ritenuto che il reclamo non trova riscontro perché nel referto arbitrale il giocatore risulta ammonito una sola volta. Inoltre l'arbitro stesso ha precisato di esserti accorto che il destinatario della prima ammonizione non era Martinelli ma Parma e di averlo comunicato ai due capitani prima della ripresa del gioco e nell'intervallo tra il primo e il secondo tempo. Pertanto resta confermato il risultato sul campo di 0-0.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400