Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 14:05

Lecce, Di Francesco carica i suoi: «ragazzi il coltello tra i denti»

LECCE – «Domani voglio un Lecce con il coltello fra i denti, perchè non possiamo permetterci di non avere tali caratteristiche». L’allenatore del Lecce, Eusebio Di Francesco, carica i suoi uomini alla vigilia della sfida casalinga conto il Cagliari. Dopo tre sconfitte su quattro gare la voglia di riscatto è tanta. «Dai ragazzi – prosegue il tecnico – voglio una grande prestazione a livello caratteriale, voglio gente che dia il massimo per portare a casa una vittoria»
Lecce, Di Francesco carica i suoi: «ragazzi il coltello tra i denti»
LECCE – «Domani voglio un Lecce con il coltello fra i denti, perchè non possiamo permetterci di non avere tali caratteristiche». L’allenatore del Lecce, Eusebio Di Francesco, carica i suoi uomini alla vigilia della sfida casalinga conto il Cagliari. Dopo tre sconfitte su quattro gare la voglia di riscatto è tanta. «Dai ragazzi – prosegue il tecnico – voglio una grande prestazione a livello caratteriale, voglio gente che dia il massimo per portare a casa una vittoria che sarebbe molto importante. Può sembrare una frase fatta, ma è la verità. In settimana ho fatto svolgere due allenamenti a porte chiuse per alzare l’attenzione dei calciatori e per preparare qualcosa di specifico per la gara contro il Cagliari». Di Francesco insiste sulla necessità che i suoi mostrino carattere e personalità. «Dalla squadra voglio una gara aggressiva, in un incontro che prevedo combattuto, difficile ma nel quale non intendo partire ad handicap. Nei miei uomini in settimana – conclude – ho visto voglia di riscatto, che poi è la stessa che ho io».

UNA DIFESA RIVOLUZIONATA
Sarà un Lecce «modellato» sul 4-4-1-1 quello che domani pomeriggio affronterà al «Via del Mare» il Cagliari di Ficcadenti. Di Francesco, dopo i continui esperimenti effettuati per tutta la settimana, ha deciso di far esordire in difesa, sulla fascia destra, l’ex milanista Oddo, come secondo centrale toccherà al giovane Ferrario (accanto avrà Tomovic) mentre sulla fascia sinistra riproporrà l'ex vicentino Brivio, finora mai schierato dall’inizio in prima squadra. Una difesa abbondantemente ritoccata, quindi, rispetto alla trasferta di Siena. Proprio come il centrocampo, dove a destra Cuadrado e a sinistra Mesbah daranno man forte ad Obodo e Giacomazzi, utilizzati nelle ultime tre partite a ridosso del quartetto difensivo. 

Novità tattiche anche in attacco dove agirà soltanto il fantasioso Di Michele, supportato dall’argentino Piatti che si muoverà alle spalle dell’ex bomber granata come trequartista. Tuttavia, una delle novità più sorprendenti di queste ultime ore è rappresentata dalla convocazione di Diamoutene che, da quanto è dato sapere, potrebbe addirittura essere portato in panchina. Il difensore maliano ha raggiunto l’accordo insieme con il centrocampista francese Bergougnoux, accettando la spalmatura dell’ingaggio proposto dalla società in due stagioni. Probabile formazione (4-4-1-1): Julio Sergio; Oddo, Tomovic, Ferrario, Brivio; Cuadrado, Obodo, Giacomazzi, Mesbah; Piatti; Di Michele. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione