Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 00:41

Basket - Taranto, vietato sbagliare

Sabato sera arriva il Maddaloni per la 24ª giornata della serie A1 femminile. L'obiettivo è fare il pieno di punti in chiave playoff per poi affrontare con più tranquillità il ciclo terribile con le prime quattro della classifica: Parma, Faenza, Napoli, Schio
Dopo due viaggi consecutivi nel giro di tre giorni (dalla Sicilia alla Liguria), la Pasta Ambra Taranto rivede il suo parquet ed i suoi tifosi per una partita fondamentale. Sabato sera arriva il Coconuda Maddaloni per la 24ª giornata di "regular season". Il quintetto di coach Molino ha un'esigenza: fare il pieno di punti per poi affrontare con più tranquillità (non solo psicologica) il "ciclo terribile" con le prime quattro squadre della classifica. In ordine: Parma, Faenza, Napoli, Schio.
Non c'è stato tanto tempo per soffermarsi sulla sconfitta di La Spezia contro il gruppo più in forma del torneo (alla settima vittoria di fila): lo stesso Molino si è subito dato da fare per preparare l'impegno con i campani. «Dobbiamo vincere - ha commentato il tecnico siciliano - e badare subito al sodo. Nel girone di andata iniziò a Maddaloni la nostra caduta, con le cinque sconfitte di fila. Adesso, l'obiettivo è mettere insieme quanti più punti possibili proprio nelle prossime cinque partite. Siamo alla vigilia di un ciclo di ferro che metterà a dura prova le nostre ambizioni. E' in questo periodo che ci giochiamo l'ingresso nei play-off scudetto...Il Maddaloni è un avversario pericoloso, ma non è nelle stesse condizioni dell'andata».
Quella di domani è la terza gara nell'arco di sei giorni per le rossoblu che - al pari delle altre formazioni - stanno viaggiando a ritmi piuttosto sostenuti. Nonostante ciò, il campionato edizione 2004/2005 sta offrendo agli appassionati di basket femminile uno spettacolo non di poco conto. Soprattutto la lotta per i play-off scudetto si sta facendo emozionante ed incandescente. Se escludiamo i due quintetti Phard Napoli e Famila Schio che ormai hanno spiccato il volo, al di sotto della graduatoria è tutto ancora in gioco. La partita è apertissima. Anche quintetti come Faenza, Parma, Como e Venezia - che sembravano irraggiungibili - nelle ultime settimane avvertono la presenza fastidiosa delle altre concorrenti. Quelle che sono uscite alla distanza come la stessa Pasta Ambra, la TermoCarispe La Spezia ed il Rovereto Basket.
L'avversario di Simone Edwards e compagne era partito alla grande, trovando posto nelle prime otto. Con il passare del tempo però è andato via via spegnendosi, attraversando un lungo periodo di crisi (nove ko di fila). In questo momento è in ripresa. Le ultime due vittorie casalinghe hanno ridato ossigeno al quintetto allenato da Massimo Riga (l'anno scorso a Caserta ottenne una brillante permanenza, proprio sfruttando i rimbalzi ed i canestri della giamaicana ora in rossoblu): rispettivamente contro due pericolanti come Bolzano (+20) ed Alghero (+1). In mezzo la battuta d'arresto esterna a Rovereto (-5). Questo inizio di 2005 per il Maddaloni è stato terribile: 2 successi e ben 10 sconfitte. Un vero e proprio record negativo. Tra le fila campane non c'è più Lennox; ora è la Johns la punta di diamante del gruppo. Gruppo che può contare sull'esperienza di Vicenzetto.
In casa rossoblu, Molino conferma il roster che ha perso in Liguria. Palla al centro alle ore 20.30 presso il "legno" del PalaMazzola.

Ecco le formazioni a confronto

PASTA AMBRA TARANTO - 4) Edwards, 5) Boaria, 7) Tassara, 9) Franchetti, 10) Costalunga, 12) Hall, 13) Zanon, 14) Bonafede, 16) Beljanski, 18) Russo (coach Molino);
COCONUDA MADDALONI - 4) Bargigli, 5) Gruppi, 6) Johns, 8) Gambardella, 9) Gomes, 10) Gaspardo, 11) Sarenac, 12) Vicenzetto, 13) Cardinale, 14) Crovatto (coach Riga);
ARBITRI - Paronelli di Varese e Di Giambattista di Pescara.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione