Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 08:23

Un efficace Lecce supera in casa il Bologna

Un Lecce organizzato e incisivo infligge al Bologna la seconda sconfitta di fila in campionato e ottiene i suoi primi tre punti stagionali, dopo l’esordio negativo contro l'Udinese. Con un gol per tempo (Giacomazzi e Grossmuller) i giallorossi dominano al «Dall’Ara» contro i padroni di casa che mostrano poche e confuse idee e dopo due giornate fanno i conti con lo sconfortante bilancio di 0 gol fatti e 4 subiti.
Un efficace Lecce supera in casa il Bologna
Lecce batte Bologna 2-0 (1-0) 

BOLOGNA (4-3-1-2): Gillet 6; Raggi 5 (24' st Casarini 5,5), Portanova 4,5, Loria 4,5, Morleo 5; Perez 5 (1' st Kone 5), Mudingayi 5,5, Pulzetti 5,5; Diamanti 6; Di Vaio 5, Acquafresca 5,5 (12' st Ramirez 5,5). (25 Agliardi, 5 Antonsson, 4 Krhin, 35 Paponi). All.: Bisoli 5. 

LECCE (4-2-3-1): Julio Sergio 6,5; Cuadrado 6,5, Tomovic 5,5, Esposito 6, Mesbah 6; Obodo 6,5, Giacomazzi 7; Piatti 6, Grossmuller 7 (28' st Strasser sv), Pasquato 6 (17' st Bertolacci 6); Di Michele 6,5 (39' st Corvia sv). (81 Benassi, 13 Ferrario, 28 Brivio, 15 Ofere). All.: Di Francesco 6,5. 

Arbitro: Russo di Nola 6.
Reti: nel pt 37' Giacomazzi; nel st 15' Grossmuller. 
Angoli: 8-3 per il Bologna. 
Recupero: 0' e 4' Ammoniti: Morleo, Perez, Mudingayi e Cuadrado per gioco scorretto, Piatti per comportamento non regolamentare. Spettatori: 15.745 (di cui 12.490 abbonati) per un incasso di 174.745 euro (di cui rateo abbonamenti 134.404). 

** I GOL 
** 37' pt – Il Lecce fraseggia indisturbato in area e Gillet respinge di piede su Di Michele. Ma non può nulla su Giacomazzi, che insacca tutto solo. 15' st – Percussione di Cuadrado per Di Michele. La difesa rimedia come può, ma la palla finisce a Grossmuller che dal limite trova l’angolino. 

-------------------------------------------------- 
Un Lecce organizzato e incisivo infligge al Bologna la seconda sconfitta di fila in campionato e ottiene i suoi primi tre punti stagionali, dopo l’esordio negativo contro l'Udinese. Con un gol per tempo (Giacomazzi e Grossmuller) i giallorossi dominano al «Dall’Ara» contro i padroni di casa che mostrano poche e confuse idee e dopo due giornate fanno i conti con lo sconfortante bilancio di 0 gol fatti e 4 subiti. Bisoli si affida al 4-3-1-2 con Diamanti dietro il duo d’attacco Acquafresca-Di Vaio, mentre Di Francesco sceglie il 4-2-3-1 con Di Michele unica punta. La prima occasione è per il Bologna, Acquafresca sfrutta uno svarione di Tomovic e va alla conclusione dal limite dell’area, Julio Sergio è attento e respinge. I padroni di casa procedono a fiammate, ma è il Lecce a essere più efficace nella manovra. Al quarto d’ora dopo una bella combinazione con Di Michele Pasquato va al tiro da fuori area ma senza fortuna. 
I pugliesi mancano di concretezza nell’ultimo passaggio, ma mostrano un gioco più fluido di un Bologna poco attivo nei movimenti senza palla. 
Prova a dare la scossa Pulzetti al 28', con una bella girata al volo che finisce alta. Due minuti dopo ancora il centrocampista rossoblù sfiora il gol del vantaggio: cross di Diamanti dalla trequarti, Pulzetti a botta sicura di testa da due passi e Julio Sergio riesce con un grande intervento d’istinto a deviare in angolo. 

Il Lecce adesso sembra intimorito e i padroni di casa guadagnano metri. Al 33' nuovo capitolo della sfida Pulzetti-Julio Sergio: sinistro del centrocampista da 25 metri e il portiere brasiliano si distende e para in due tempi. Un minuto dopo si rifà sotto il Lecce, con un bel destro a girare di Pasquato da fuori area che sfiora il palo. 

È il preludio al vantaggio dei giallorossi, che arriva al 37'. Gillet respinge di piede una conclusione sottomisura di Di Michele (servito da Grossmuller), sul pallone si avventa Giacomazzi che a porta vuota non può sbagliare. La rete premia il gioco corale degli uomini di Di Francesco e punisce un Bologna poco ordinato, ma comunque capace fino a quel momento di creare le occasioni più nitide. Al 40' Mesbah da fuori area impegna Gillet costringendolo alla deviazione in angolo. 

Il Lecce comincia la ripresa ancora in avanti, con una conclusione da fuori area di Grossmuller che finisce a lato. Al 7' pugliesi pericolosissimi in contropiede, con Di Michele che pecca di egoismo e tenta inutilmente l’azione personale anzichè servire Giacomazzi liberissimo in area. 
Il Bologna non riesce a rendersi pericoloso, Bisoli prova a cambiare qualcosa inserendo Kone e Ramirez per Perez e Acquafresca, ma i rossoblù vengono imbrigliati da un Lecce ordinato e rapido nelle ripartenze. 

Al 15' i giallorossi proprio in contropiede piazzano il colpo del ko: Cuadrado giganteggia sulla destra, serve un pallone d’oro a Di Michele, che perde palla, ma la riconquista e serve l’accorrente Grossmuller, che ha tutto il tempo per battere con un destro preciso Gillet. Raddoppio del Lecce e Bologna sotto shock. Al 22' segnali di reazione degli uomini di Bisoli, con Ramirez che serve Di Vaio, per il Lecce provvidenziale l'intervento difensivo di Tomovic. 

È solo un lampo, il copione della partita non cambia (Bologna inconsistente, Lecce sempre insidioso in contropiede), così come il punteggio finale, con i padroni di casa che escono tra i fischi del proprio pubblico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione