Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 17:25

Calcio - Lecce senza Ledesma, Bari decimato

L'argentino salterà Inter-Lecce. Ammenda a Giacomazzi per la simulazione. In B, stangata dopo Genoa-Bari: due turni a Dionigi e Scaglia, uno a Bellavista e Carrus. Carboni in emergenza per la gara contro il Crotone di venerdì • Al San Nicola arbitrerà Cruciani
MILANO - Quindici giocatori di serie A sono stati squalificati dal giudice sportivo in riferimento alle gare dell'ultimo turno di campionato.
Tra i calciatori espulsi, due giornate di squalifica ad Abeijon (Cagliari), per plateale protesta nei confronti dell'arbitro. Una giornata a Barone (Palermo), Donati (Messina) e Pinzi (Udinese). Tra i non espulsi, una giornata più ammenda di 500 euro a Corini (Palermo); una giornata a Bazzani (Lazio), Conti (Cagliari), Cafu (Milan), Gamberini (Bologna), Ledesma (Lecce), Mingazzini e Sala (Atalanta), Tiribocchi (Chievo), Alberto (Siena) e Zoro (Messina).
Questi i giocatori diffidati: Mesto (Reggina), Ariatti (Fiorentina), Di Biagio (Brescia), Diamoutene (Lecce), Perrotta e Dellas (Roma), Emre (Inter), Bovo (Parma), Ruotolo e Grandoni (Livorno), Zenoni (Udinese), Delvecchio (Brescia), Toni (Palermo), Seric (Lazio). Delvecchio dovrà pagare anche un'ammenda di 1.500 euro per simulazione di fallo in area.
Stessa ammenda anche per l'ammonito Giacomazzi (Lecce), che in Lecce-Messina aveva ricevuto il cartellino giallo dall'arbitro Rizzoli pur ammettendo di essere caduto da solo e di non aver subito il presunto fallo che aveva indotto il direttore di gara ad assegnare un calcio rigore. Rizzoli aveva annullato la decisione e aveva stretto la mano a Giacomazzi, ma lo aveva anche ammonito.
Tra gli allenatori, ammonizione con diffida e ammenda di 1.500 euro per Carmignani (Parma).
Ammende alle società: 5 mila euro all'Inter; 3 mila al Livorno e al Brescia; 2.500 a Cagliari e Lecce; 2.250 alla Reggina; 2 mila a Bologna e Lazio; 1.250 a Udinese e Milan.

Tre giornate di squalifica e ammenda di 2.500 euro in serie B al giocatore Benussi, del Venezia, per aver dato una forte manata al mento del quarto uomo, che lo aveva bloccato mentre correva minacciosamente verso un guardalinee. La sanzione è ridotta rispetto alla gravità del fatto perché il giocatore non si era reso conto che la persona che lo bloccava era un ufficiale di gara.
Questa la sanzione più pesante in serie B da parte del giudice sportivo, che ha anche squalificato per due giornate Colacone (Ascoli), Scaglia e Dionigi (Bari).
Per una giornata più ammenda di 1.500 euro è stato squalificato Artistico (Verona); per una giornata più ammenda di 1.000 euro Tedesco(Genoa); per una giornata più ammenda di 750 euro Gastaldello (Crotone). Per una giornata Bellavista e Carrus (Bari), Coppola (Salernitana) Gonnella e Abbruscato (Arezzo), Micheli e Ascoli (Catanzaro), Minelli (Albinoleffe), Pivotto, Campedelli e Troiano (Modena), Di Venanzio (Treviso), Ganci e Riccio (Piacenza), Iunco (Verona), Mezzano (Torino), Rossi (Crotone), Zanetti (Empoli), Zanini (Genoa).
Giocatori diffidati: Cudini, Agomeri e Bucchi (Ascoli), De Ascentis e Pinga (Torino), Di Loreto (Perugia), Minieri (Triestina), Baldini (Genoa), Di Cesare e Poloni (Albinoleffe), Brevi (Genoa), Bau (Triestina), Conte (Arezzo), Corona (Catanzaro).
Tra gli allenatori, ammonizione con diffida e ammenda di 1.500 euro a Serse Cosmi (Genoa).
Tra i dirigenti, inibizione fino al 28 marzo a Matteo Preziosi (Genoa) e fino al 21 marzo a Edmeo Lugaresi (Cesena).
Ammende alle società: 7 mila euro al Genoa, 4 mila al Piacenza, 2.500 alla Ternana, 2 mila al Cesena, 1.250 a Perugia e Salernitana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione