Cerca

Torrente: il mio Bari è pronto (Ma è emergenza difesa)

“Mi dispiace presentarmi alla prima di campionato in emergenza. Ma i miei giocatori sono pronti. Il Varese è un avversario insidioso ma noi vogliamo vincere per iniziare nella maniera migliore, acquisendo entusiasmo e indispensabile autostima”: il tecnico del Bari Vincenzo Torrente è molto determinato alla vigilia dell’esordio stagionale al San Nicola. I pugliesi, pur con una difesa molto rimaneggiata (privi di Dos Santos, Crescenzi, Masiello e Ceppitelli), punteranno infatti a fare bottino pieno
Torrente: il mio Bari è pronto (Ma è emergenza difesa)
BARI – “Mi dispiace presentarmi alla prima di campionato in emergenza. Ma i miei giocatori sono pronti. Il Varese è un avversario insidioso ma noi vogliamo vincere per iniziare nella maniera migliore, acquisendo entusiasmo e indispensabile autostima”: il tecnico del Bari Vincenzo Torrente è molto determinato alla vigilia dell’esordio stagionale al San Nicola. I pugliesi, pur con una difesa molto rimaneggiata (privi di Dos Santos, Crescenzi, Masiello e Ceppitelli), punteranno infatti a fare bottino pieno. 

“I lombardi – spiega soffermandosi sul primo ostacolo del campionato – hanno una rosa con elementi di categoria, senza dimenticare che giocatori come Neto e De Luca possono fare la differenza. Per i nostri giovani sarà una bella occasione per mettersi in mostra: Sini giocherà accanto a Borghese, Garofalo esordirà a sinistra, Masi a destra”.
L'organico del Bari resta da completare e Torrente con molto garbo ha ricordato che le sue richieste sono sul tavolo del club da tempo (mancano un difensore, un centrocampista e un attaccante di categoria, dopo il rifiuto di Mastronunzio, in un primo tempo ingaggiato dal Siena): “La società sta lavorando sul mercato. Abbiamo bisogno di rinforzi per migliorare la nostra condizione. Qui c'è molta aspettativa e con degli innesti potremmo giocarcela alla pari con molte avversarie”. 

Come uomo-partita, l’allenatore del Bari immagina possa essere l’italo-argentino Forestieri: “Ha mezzi enormi e può e deve fare molto di più. Con questo, allo stesso tempo, non voglio mettergli pressione, ma stimolarlo”. Infine Torrente ha pronosticato l’outsider del torneo: “Sarà la Nocerina, formazione che ha un tifo caloroso e appassionato, entusiasmo nell’ambiente e – conclude – un gruppo rinforzato”.

RESTA L'EMERGENZA DIFESA
Solo quattro difensori disponibili per la gara di esordio in campionato del Bari contro il Varese al San Nicola: questo è il responso della rifinitura di stamattina svolta a porte chiuse dalla squadra di Vincenzo Torrente. Indisponibile il terzino Alessandro Crescenzi (per la ferita al braccio suturata con 40 punti) e fuori rosa il laterale Salvatore Masiello, squalificati i marcatori Clayton e Ceppitelli, i pugliesi schiereranno esterni Federico Masi e Agostino Garofalo, centrali Martino Borghese e Simone Sini. 
Per completare la panchina Torrente dovrà scegliere tra due acciaccati: l’esterno Cristian Galano, afflitto da pubalgia, e la punta Francesco Grandolfo, frenato da una contusione alla caviglia sinistra. Non ci sarà nessun difensore tra le riserve, il tecnico campano ha scelto di puntare sul possibile arretramento di Marino Defendi, provato in allenamento nella retroguardia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400