Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 04:20

Enel Basket Brindisi una squadra nuova con più entusiasmo

di FRANCO DE SIMONE
Ancora quattro giorni, con il raduno a Brindisi dell’Enel Basket, si alzerà ufficialmente il sipario sulla stagione agonistica che rivedrà la squadra del presidente Antonio Corlianò ripartire dai blocchi della Lega-Due. Rispetto allo scorso anno, è cambiato tutto: a cominciare dal gruppo dirigente (che ora si compone di tredici imprenditori), un altrettanto nuovo staff tecnico ed un gruppo di dieci giocatori che, a Brindisi, si incontreranno per la prima volta
• Formenti: «Felice di stare a Brindisi»
Enel Basket Brindisi una squadra nuova con più entusiasmo
di FRANCO DE SIMONE

Ancora quattro giorni, con il raduno a Brindisi dell’Enel Basket, si alzerà ufficialmente il sipario sulla stagione agonistica che rivedrà la squadra del presidente Antonio Corlianò ripartire dai blocchi della Lega-Due. Rispetto allo scorso anno, è cambiato tutto: a cominciare dal gruppo dirigente (che ora si compone di tredici imprenditori), un altrettanto nuovo staff tecnico ed un gruppo di dieci giocatori che, a Brindisi, si incontreranno per la prima volta. 

Giocatori giovani (l’età media è di 27 anni) ed esperti allo stesso tempo che, ad occhio e croce hanno innalzato notevolmente l'asticella della fisicità e del talento in casa biancazzurra. Il fatto, poi, di avere un calendario «possibile» potrebbe essere uno stimolo in più per fare subito vedere di che pasta questa nuova Enel Basket è fatta. Logicamente, in questo momento, alla luce anche del ritrovato entusiasmo che si respira in città, i tifosi aspettano con ansia di vedere le presentazioni dei nuovi giocatori, atteso che la campagna abbonamenti anche questa volta si è chiusa con un nuovo sold out. Anche se, per certi versi, erano in tanti a non credere che quest’anno, la campagna abbonamenti non avrebbe fatto registrare la stessa corsa dello scorso anno. Smentiti tutti. Migliore avallo al grande feeling dei brindisini con il basket non avrebbe potuto esserci. 

Si scopre l’acqua calda se si afferma che non saranno pochi coloro che fruiranno del periodo feriale dal 20 al 30 agosto, che trascorreranno a Cisternino, per vedere da vicino e subito la nuova squadra. Poi, si attenderanno i tornei (3-4 settembre “Memorial Cezza” a Trani con Barcellona, Ostuni e Ruvo; 10-11 settembre “Torneo Mangano-La Manna” a Scafati con Barcellona, Scafati e Sant’Antimo; 17-18 settembre “Torneo città di Lecce” a Lecce con Avellino, Caserta e Barcellona), con la prima gara sul parquet del palaElio il 14 settembre per il Memorial «Elio Pentassuglia», contro la Fabi Shoes Montegranaro (come riferiamo in altro articolo in pagina), che farà registrare il primo «tutto esaurito» stagionale. 
Senza dimenticare poi, il doppio impegno di Coppa Italia (21-25 settembre) contro l’Assi Basket Ostuni. Nove gare, quindi, per preparare al meglio il debutto in campionato del due ottobre, contro l’Aget Imola. Saranno quaranta giorni di lavoro molto impegnativo. Lo staff tecnico, pilotato da coach Piero Bucchi,che si avvarrà della collaborazione di coach Daniele Michelutti e del lavoro del preparatore atletico Marco Sist, avrà tempo e modo per mettere ordine nel puzzle che ha appena pensato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione