Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 02:49

Gol di Marotta il Bari supera la Real Sociedad

FIUGGI - Nell’amichevole giocata davanti a 300 spettatori, il gol che ha regalato il successo ai galletti porta la firma di Marotta. La squadra di Torrente è apparsa più in forma e ha creato diverse occasioni da gol. Soprattutto nella ripresa, dopo il delizioso pallonetto di Marotta che al 67' ha sbloccato il risultato, i baresi hanno sfiorato il raddoppio almeno in due circostanze. La Real Sociedad, priva di alcuni titolari, non ha quasi mai creato occasioni pericolose
Gol di Marotta il Bari supera la Real Sociedad
Bari-Real Sociedad 1-0 

BARI: Lamanna 6 (1' st Zlamal 6); Masi 6, Masiello 6 (20' st Ceppitelli), Borghese 6,5, Dos Santos 6,5; Donati 6 (1' st Bellomo 6,5), Kopunek 6 (1' st Scavone 6), Rivaldo 6,5 (44' st Hysembeiu ng); Caputo 6 (14' st Grandolfo 6), Marotta 7 (34' st Stoian ng), Rivas 6 (1' st Defendi 6). All: Torrente.
REAL SOCIEDAD:Zubikarai 6 (1' st Ramirez 6,5); Ros 5 (37' st Martinez ng), Ansotegi 5,5, Mikel Gonzales 5,5 (25' st De la Bella ng), Cadamuro 5 (37' st Estrada ng); Elustondo 5,5 (1' st Illara 5,5), Pardo 6, Aramburu 6 (20' st Zurutaza 5,5); Sarpong 5, Ifràn 5 (20' st Llorente 5,5), Iker Hernandez 5,5 (25' st Prieto ng). All: Montanier.
ARBITRO: Guida di Torre Annunziata
RETE: st 24' Marotta.
NOTE: Spettatori 200 circa, un gruppetto dei quali proveniente da San Sebastian. Angoli: 7-6 per la Real Sociedad.


FIUGGI - Ottimi segnali dal test di Fiuggi per il Bari di mister Vincenzo Torrente. Nella prima amichevole estiva contro un’avversaria impegnativa, i baschi della Real Sociedad, squadra che milita nella Primera Division spagnola, i biancorossi si sono imposti di misura con un gran gol di Marotta al 24’ della ripresa.

Il film della partita. Torrente si affida al suo classico 4-3-3 con il recuperato dell'ultimo minuto Lamanna tra i pali, Donati, Kopunek e Rivaldo in mediana, Rivas esterno alto al posto dell'infortunato Forestieri e Marotta, rientrante alla base, perno centrale del trio d'attacco. Speculare lo schieramento di Montanier, che mischia notevolmente le carte del suo undici lanciando molti giovani nello starting.

La gara fatica a decollare. Complice anche il gran caldo si gioca con ritmi bassi e con poco agonismo. Per assistere alla prima conclusione vera bisogna attendere il 28', con Marotta che si fa deviare in angolo da Ansotegi il sinistro da dentro l'area. La risposta della Real Sociedad al 31', con un destro dal limite di Pardo che termina di poco alto. Passano cinque minuti e una buona combinazione tra Ifràn e Aramburo fa venire i brividi a Lamanna. Al 38' Caputo manca di poco la deviazione acrobatica a centro dell'area su cross di Rivas dalla destra. In chiusura di tempo è ancora Caputo ad avere sul destro la palla del possibile vantaggio. L'attaccante biancorosso, innescato da Rivaldo, salta Ros liberandosi il destro dal vertice dell'area piccola, ma Zubikarai è bravo a deviare in angolo.

Nella ripresa il Bari parte subito forte, cercando il gol con più convinzione. Dopo neanche due minuti Caputo impegna il neo entrato Ramirez con un destro dal limite dell'area. Al 10' biancorossi vicinissimi al vantaggio. Marotta costringe all'errore di disimpegno Cadamuro, recupera palla e pesca tutto solo in area Caputo, il quale calcia clamorosamente su Ramirez in uscita bassa. Un minuto dopo è ancora l'estremo difensore bianco-blu ad opporsi al destro dal limite di Marotta (sulla respinta gol annullato a Dos Santos). La pressione dei baresi si concretizza al 24'. Rivaldo pennella per Marotta, che, dal limite dell'area, supera Ramirez in uscita con un perfetto pallonetto.

Il gol galvanizza gli uomini di Torrente. Al 26' incredibile l'errore di Defendi che, a porta vuota, indirizza a lato dal limite dell'area piccola dopo un'ottima azione di Marotta sulla sinistra. Due minuti dopo un destro a giro dello scatenato Marotta è deviato in angolo dal volo di Ramirez. Nei minuti che restano, complice anche la girandola dei cambi, il Bari si limita ad amministrare il risultato senza alcun problema.

Da domenica si inizia a fare sul serio. Al «San Nicola» arriva lo Spezia, formazione tra le più accreditate al salto di categoria nel girone B di LegaPro, per il secondo turno di Coppa Italia Tim.

Resi noti intanto i primi anticipi del campionatio cadetti: per il Bari l’esordio è previsto alla quarta giornata, venerdì 9 settembre a Padova.

Giuseppe Solito

“Stiamo crescendo, ci sono evidenti progressi e dobbiamo continuare a lavorare come abbiamo fatto fino ad oggi”. L’allenatore del Bari, Vincenzo Torrente, è soddisfatto e, dopo il successo di oggi nell’amichevole con gli spagnoli della Real Sociedad (che giovedì sera affronteranno la Lazio all’Olimpico), giudica in modo positivo la prima parte di preparazione al prossimo campionato di serie B. 

“In questo momento siamo una squadra solida – dice Torrente -, ma la speranza è di esserlo quando comincerà il campionato di serie B. Una vittoria con la Real Sociedad fa sempre piacere perchè è una squadra di prestigio, e della Liga, ma ora dobbiamo guardare avanti. Oggi la squadra mi è piaciuta, anche se deve essere più concreta: abbiamo sbagliato troppo in fase conclusiva”. 

Il Bari promette bene e, davanti ad alcune centinaia di tifosi provenienti dalla Puglia, ha fatto vedere buone cose, soprattutto nella seconda parte della gara. “Stiamo migliorando anche sul piano tattico- aggiunge il tecnico ex Gubbio – e il bilancio è positivo. Gli spagnoli? Sono onesti, mi aspettavo di meglio”.
La campagna acquisti non è ancora chiusa e Torrente attende qualche altro rinforzo. “Prima di dire dove può arrivare il Bari- conclude – vediamo come si chiuderà il mercato e se arriveranno altri rinforzi”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione