Cerca

Italia-Spagna Bari attende Cassano

BARI - Per l’amichevole di agosto (mercoledì sera alle 20,45), la scelta Figc di Bari si sta rivelando giusta: l’azzurro del mare dei dintorini e quello di Cassano hanno spinto già 37 mila persone ad acquistare il biglietto. C'è la Spagna di Iniesta, certo; ma c'è soprattutto attesa per il ritorno del talento di Bari Vecchia che ha fatto fortuna al Nord vincendo il suo primo scudetto. Fatto un semplice due più due – anzi uno più uno -, Prandelli ha deciso che è il caso di continuare sulla strada intrapresa negli ultimi due mesi
Italia-Spagna Bari attende Cassano
FIRENZE – Bari aspetta il suo figlio prodigo, Antonio Cassano. Ma alla fine forse sarà costretta ad applaudire anche un altro 'piccolettò, molto talento e poco sregolatezza: Giuseppe Rossi. “In questo momento è lui la vera novità di questa Italia: ha acquisito sicurezza, si sente titolare, è avanti a tutti per condizione e convinzione”, l'investitura di Cesare Prandelli. 

Attento a non mettere i due in competizione per l’amichevole contro la Spagna, il ct si è presentato al ritiro di Coverciano infastidito per la polemica con ambienti viola per un incontro con alcuni tifosi Fiorentina, ieri sera, ma soprattutto pronto a far vedere alla sua Italia gli errori da non commettere mercoledì a Bari (“ho il video dell’ultima amichevole”, dice parlando dello 0-2 contro l’Irlanda). Poi, ha dribblato la domanda sul rischio che, tra i due attaccanti 'leggerì, uno escluda l’altro: “Rossi avanti anche a Cassano? E’ davanti a tutti, ripeto”, la convinzione di Prandelli. Insomma, avanti con l’Italia modello Spagna, poco peso a vantaggio della capacità di giocare la palla. 

Per l’amichevole di agosto, la scelta Figc di Bari si sta rivelando giusta: l’azzurro del mare dei dintorini e quello di Cassano hanno spinto già 37 mila persone ad acquistare il biglietto. C'è la Spagna di Iniesta, certo; ma c'è soprattutto attesa per il ritorno del talento di Bari Vecchia che ha fatto fortuna al Nord vincendo il suo primo scudetto. Fatto un semplice due più due – anzi uno più uno -, Prandelli ha deciso che è il caso di continuare sulla strada intrapresa negli ultimi due mesi, quando si è visto costretto ad abbandonare l’idea del tridente per rafforzare il centrocampo a favore dei piccoli e bravi in attacco.
“La Spagna è maestra del possesso palla – spiega – noi useremo quattro centrocampisti e due punte per giocare un calcio simile, palla a terra”. Se ha rinunciato a Gilardino è perchè “lui vuole una squadra che vada in profondità e metta palloni al centro, e allora è tra i migliori d’Europa: ma con questa Italia, serve meno”. E ciò vuol dire che non ci sarà una punta di peso in campo. Insomma, Cassano più Rossi: è la coppia che Prandelli ha provato nell’allenamento a porte chiuse di oggi pomeriggio, dopo che i suoi azzurri avevano incontrato il presidente Aic Damiano Tommasi per un breve resoconto della vicenda contratto. 

Tommasi ha parlato con tutti, anche Cassano è apparso molto interessato. Anche se le sue priorità personali oggi sono di tipo diverso. “Antonio è calato tre e chili e mezzo da quando ha cominciato il ritiro, il Milan ha lavorato bene – sottolinea il ct – D’altra parte anche lui sa che deve perdere peso”. E trovare spazi in campo. 

“Non abbiamo il trequartista, ma un quarto centrocampista dietro le punte che fa gioco e si inserisce”, completa il quadro il ct. Tradotto, Pirlo-Thiago Motta-De Rossi più Montolivo e Aquilani (quest’ultimo ha vinto il ballottaggio nel test di oggi, domani si vedrà). Il resto sono dettagli tattici: “La condizione sarà quel che sarà, ma mi interessa vedere la predisposizione a giocare la palla e rubarla di nuovo quando la perdi: cominciamo a capire che anche queste amichevoli di fine o inizio anno hanno sì un senso”. D’altra parte Giuseppe Rossi si dice convinto che la Spagna non sia imbattibile. “Sono i campioni, una grande squadra. Ma noi siamo l’Italia, e giochiamo senza paura”. A Prandelli invece più del risultato interessa il test: “Siamo ancora incompleti, ma vediamo quanta è oggi la distanza dai migliori”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400