Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 08:23

Bari, otto casi da risolvere Coppa Italia: c’è lo Spezia

BARI - In quanto al mercato, è in arrivo Mastronunzio. In quanto al calcio giocato, sarà lo Spezia il primo vero ostacolo da superare per la banda Torrente. Battendo i dilettanti della Valle d’Aosta (3-0), la formazione ligure si è qualificata per il secondo turno della Coppa Italia ed affronterà quindi proprio il Bari il 14 agosto sera al San Nicola. E per il Bari la partita rappresenterà un piccolo grande esame, visto e considerato che lo Spezia di Gustinetti parte con i favori del pronostico nel prossimo campionato di Prima Divisione
Bari, otto casi da risolvere Coppa Italia: c’è lo Spezia
BARI - Sarà lo Spezia il primo vero ostacolo da superare per la banda Torrente. Battendo i dilettanti della Valle d’Aosta (3-0: Papini, Iunco, Evacuo), la formazione ligure si è qualificata per il secondo turno della Coppa Italia ed affronterà quindi proprio il Bari il 14 agosto sera al San Nicola. E per il Bari la partita rappresenterà un piccolo grande esame, visto e considerato che lo Spezia di Gustinetti parte con i favori del pronostico nel prossimo campionato di Prima Divisione, alla luce di una sontuosa campagna acquisti. A fronte di una disponibilità economica elevata, il club spezzino aveva anche «tentato» Mastronunzio. L’attaccante del Siena, invece, dovrebbe approdare alla corte di Torrente per rifinire il mosaico. La conclusione della trattativa è attesa per i prossimi giorni. Tutti gli indizi portano al Bari.

Con l’auspicato arrivo del 32enne bomber empolese, in pratica si chiuderà il mercato in entrata del Bari, fermo restando che tutto è poi migliorabile. Resteranno, però, alcune faccende da sbrigare alla voce «cessioni». Un capitolo importante per il club biancorosso, che a breve dovrà fare i conti con nuove e pesanti scadenze (aprile, maggio e giugno del 2011 da pagare entro il 30 settembre, quando scadranno anche parte delle «spalmature» precedenti). Otto, comunque, i calciatori in attesa di sistemazione, quasi una squadra. Qualcuno vicino alla cessione, altri molto, ma molto più difficili da piazzare.

Gazzi è quello che andrà via a breve. Il «rosso», in verità, è da tempo sul procinto di partire, ma la cosa non si èancora concretizzata. questa volta, però, sembra che il Siena sia ad un passo dal centrocampista (trattativa indipendente da Mastronunzio). C’è poi Erik Huseklepp, il norvegese arrivato dal Brann. Resta in piedi l’ipotesi Celtic, tornato all’assalto proprio l’altro giorno con l’offerta di due milioni di euro. Una cifra che non trova d’accordo Angelozzi, la plusvalenza sarebbe minima e c’è da ragionare ancora con i norvegesi...

Fra gli altri sei da sistemare, dovrebbe essere più facile da piazzare Ciccio Caputo, destinato ad andare via anche alla luce dell’arrivo di Mastronunzio. In B lo cercava l’Ascoli, l’ostacolo è l’ingaggio (280 mila euro). Qualche estimatore alla fine dovrebbero trovarlo anche Ghezzal e Alvarez (ma oggi non c’è nulla di concreto), mentre appare complicata la situazione di Rivas e, soprattutto, di Castillo e Kutuzov.

Fabrizio Nitti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione