Cerca

Foggia, iscrizione ok presi anche 3 rinforzi

FOGGIA - Il Foggia mette a tacere tutte le critiche che gli sono piovute nei giorni scorsi mettendo a segno il capitolo iscrizione: la Covisoc (l’organo di controllo della federazione) ha dato il via libera alla partecipazione al campionato di Lega pro, dopo la «riserva» rilevata una settimana fa. Tra i tifosi torna così il sereno anche perchè in serata il direttore sportivo Pavone ha ingaggiato tre giocatori: sono il terzino destro Traorè e l’esterno d’attacco Defrel dal Parma e il centrocampista Molina dall’Atalanta. Fissato anche il ritiro: si parte il 14 luglio per Rio di Pusteria in Alto Adige
Foggia, iscrizione ok presi anche 3 rinforzi
FOGGIA - Il via libera al campionato arriva sul filo di lana. Ma arriva. Sollievo tra i tifosi, la stagione può cominciare. Dopo l’iscrizione «con riserva» con la quale la Covisoc (l’organo di vigilanza e controllo federale sulle società sportive) aveva a sorpresa congelato il primo step per l’ammissione al prossimo campionato di Lega pro, lo scorso 30 giugno, ieri sono cadute tutte le perplessità sulla stagione che attende al varco il gruppo di Valter Bonacina. «Foggia iscritto ufficialmente», ora non ci sono più dubbi scrive anche la società sul suo sito. Tra i tifosi torna il sereno, si guarda adesso con più fiducia anche al mercato dal cui fronte però si continuano a registrare defezioni (ieri anche il difensore milanista De Vito, uno degli opzionati, ha preferito il Cittadella al Foggia).

Sui motivi che avrebbero impedito al club l’iscrizione già in prima battuta si continuerà tuttavia a discutere molto. Tutti gli indizi sembrano rivolti verso la fideiussione (600mila euro) presentata in ritardo dal club rossonero. Una tesi tuttavia non confermata da Francesco Ghirelli, direttore generale della Lega pro che ieri sera ha risposto così alla Gazzetta: «C'è una riservatezza nella procedura interna che riguarda sia gli organi che le società. Fino a quando il consiglio federale non rende pubbliche le motivazioni di singoli provvedimenti non si vede perchè questo obbligo debba essere infranto. Comunque il Foggia è dentro, ha regolarmente presentato la doumentazione così come era stato richiesto».

L’Unione sportiva fornisce la sua chiave di lettura: «La società ritiene di aver depositato tutta la documentazione idonea per l´iscrizione al campionato. Ciononostante, la “iscrizione con riserva”, ha obbligato ad analizzare, con la dovuta attenzione, quali potevano essere le “criticità”, rappresentate in prima istanza dalla Lega, che ostavano all´iscrizione. L´attenzione si è concentrata sulle condizioni tecnico amministrative della documentazione relativa alla stadio “Pino Zaccheria” non è adeguato rispetto alle norme federali (e risulterebbe carente delle certificazioni di collaudo della tribuna centrale), nonché sulla fidejussione. Dopo ampia analisi - scrive ancora il Foggia nel suo comunicato - si è provveduto, a corredo della documentazione depositata, ad integrare la stessa, relativamente alle garanzie prestate, non potendo avere poteri specifici sui problemi relativi allo stadio (di competenza del Comune di Foggia): il tutto per non incorrere in spiacevoli sorprese».

E’ stata quella di ieri una giornata campale, ma aperta dalla prima buona notizia: la scelta della località per il ritiro precampionato, ancora in Alto Adige, a Rio di Pusteria una località a una manciata di chilometri dalla storica Campo Tures dove il club rossonero ha costruito tutte le sue maggiori fortune. Il Foggia sarà in ritiro da giovedì prossimo, dunque tempi strettissimi per il direttore sportivo Pavone impegnato a Milano (con l’amministratore del club, Sergio Leoni) a ricostruire l’intero gruppo dei giocatori tra poco meno di una settimana da affidare a mister Bonacina.

Ieri sera i primi tre colpi del nuovo corso post-iscrizione con gli ingaggi dal Parma dell’esterno d’attacco Gregoire Defrel e del terzino destro Mohamed Lamine Traorè, mentre dalla nidiata di Bonacina all’Atalanta arriva in rossonero il centrocampista Salvatore Molina. «I contratti dei tre giocatori sono stati depositati nel tardo pomeriggio negli uffici della Lega», puntualizza il Foggia forse anche per evitare le sorprese che il club ha dovuto incassare negli ultimi giorni (il caso Ristovski sempre con il Parma è emblematico). Oggi sarà un’altra giornata di nuovi arrivi, inevitabile per un gruppo che al momento conta appena dieci tesserati (il portiere Ginestra, i difensori De Leidi, Tomi e Traorè, i centrocampisti Perpetuini, Burrai, Molina, Defrel e Coletti, Sau».
m.lev.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400