Cerca

Dramma Matera sparisce dal calcio

di FRANCO TORITTO
MATERA - Il Matera sparisce dal palcoscenico del calcio che conta dopo appena una stagione. La Seconda divisione è ormai soltanto un dolce ricordo. In assenza della fidejussione pari a 300 mila euro, il presidente del sodalizio biancazzurro, Tommaso Perniola, ha dovuto suo malgrado alzare bandiera bianca. Esattamente dodici mesi fa, in città si festeggiavano i successi in Coppa Italia e dei playoff di serie D, in attesa della gran bella notizia del ripescaggio. Ora, invece, non resta nulla
Dramma Matera sparisce dal calcio
di FRANCO TORITTO

MATERA - Il Matera sparisce dal palcoscenico del calcio che conta dopo appena una stagione. La Seconda divisione è ormai soltanto un dolce ricordo. In assenza della fidejussione pari a 300 mila euro, il presidente del sodalizio biancazzurro, Tommaso Perniola, ha dovuto suo malgrado alzare bandiera bianca. Esattamente dodici mesi fa, in città si festeggiavano i successi in Coppa Italia e dei playoff di serie D, in attesa della gran bella notizia del ripescaggio.

Ora, invece, non resta nulla neanche del dignitosissimo campionato in Seconda divisione in cui la truppa di Adriano Cadregari non ha sfigurato raggiungendo la permanenza con largo anticipo e «rischiando» di conquistare un posto nei playoff. Tutto lavoro inutile. «Siamo fuori dal calcio in senso assoluto - sottolinea avvilito Perniola -. Forse lo volevano tutti. Purtroppo sono venute meno le garanzie indispensabili per perfezionare la fidejussione. Nicola Benedetto (in passato già presidente del club e nell’ultimo semestre sponsor della squadra, ndr) da un mese a questa parte ci ha solo palleggiato. Ci avesse informato prima delle sue reali intenzioni. Ci saremmo comportati diversamente». Ora, però, il pallone si è nuovamente sgonfiato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400