Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 23:59

Pestrin del Cesena non giocherà a Bari

In B, squalificati altri sedici giocatori per una giornata. Nessun provvedimento per Brevi del Genoa che ha colpito Lo Nero a Pescara. In C1, stop di una gara per Aprea (Fid. Andria) e Lisuzzo (Martina). In C2, due turni a De Leonardis (Taranto) e uno a Barusso (Manfredonia), Peruzzi e Silvestri (Taranto)
MILANO - Il giudice sportivo Maurizio Laudi, in merito alle partite della seconda giornata di ritorno in serie B disputate tra il 28 e il 30 gennaio ha squalificato 17 giocatori. Tutti per una giornata sono stati fermati Bruni (Triestina), Crovari (Vicenza), Dei (Catanzaro), Minelli (Albinoleffe), Di Loreto (Perugia), Fattori (Ternana), Fusco (Pescara), Giannone (Ternana), Lauro (Ascoli), Mantovani (Torino); Mazzola (Verona), Mudingayi (Torino), Paro (Crotone), Pestrin (Cesena), Pivotto (Modena), Tarana (Piacenza), Zeoli (Pescara). Tra i dirigenti inibito fino al 7 febbraio per Seeber (Triestina) e fino al 5 febbraio a Cesaroni (Ascoli). Tra le società ammende a Catania (6.000 euro), Pescara, Salernitana (5.000 euro), Arezzo (4.000 euro), Piacenza (3.500 euro), Perugia (2.250 euro), Venezia (1.250 euro).
Il giudice ha deliberato di non adottare provvedimenti disciplinari nei confronti del calciatore del Genoa Brevi che allargando il braccio destro ha colpito nel corso della gara con il Pescara l'avversario Lo Nero. Per il giudice non ci sono i presupposti per l'utilizzabilità della prova televisiva visto che il gesto è stato compiuto ad azione in svolgimento e a poca distanza dal direttore di gara. Nessun provvedimento anche nei riguardi del portiere del Venezia Benussi che, nella gara con il Piacenza, aveva urtato con la propria fronte l'avversario Ganci che lo aveva ostacolato. Anche in questo caso non ci sono i presupposti per l'utilizzazione della prova televisiva.

Sono 20 i calciatori squalificati dal Giudice sportivo in serie C1. Per due gare sono stati squalificati Smerilli (Fermana), De Angelis (Frosinone), Citterio (Pro Patria); per una gara Collacchioni (Pistoiese), Cottini (Reggiana), Smanio (Cremonese), Antonazzo (Grosseto), Cribari (Lucchese), Evangelisti (Prato), Ceccarelli (Pro Patria), Scugugia (Sangiovannese), Anaclerio (Spezia), Aprea (Fid.Andria), Arno (Frosinone), Bussi (Lanciano), Lisuzzo (Martina), Todeschini (Pavia), Martinetti (Pistoiese), Morante (Prato), Sadotti (Spal). Fra i dirigenti inibito fino al 15 febbraio Lupo (Giulianova e fra gli allenatori squalifica per un turno a Gentilini (Giulianova). Fra le società ammende a Grosseto (5.000 euro), Frosinone (2.000 euro), Prato (1.750 euro), Napoli (1.400 euro), Padova (1.000 euro), Pro Patria (750 euro), Fidelis Andria (600 euro), Como (500 euro), Sambenedettese, Benevento (400 euro), Acireale (350 euro), Reggiana e Sangiovannese (150 euro).

In C2, sono stati fermati per due turni De Leonardis (Taranto) e per uno Gambuzza, Muratore (Igea Virtus), Barusso (Manfredonia), Cejas (Giugliano), Di Napoli (Juve Stabia), Peruzzi, Silvestri (Taranto), Alessandri, Giusino (Vigor Lamezia). Tra i dirigenti inibito fino all'8 febbraio Vitiello (Giugliano). Tra le società ammende a Cavese (3.000 euro), Taranto (2.000 euro), Giugliano (750 euro).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione