Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 11:15

Barletta, i disabili incontrano il mare

di GIUSEPPE DIMICCOLI
BARLETTA - Anche Nettuno, re del mare, oggi è stato più felice del solito. Infatti, proprio nelle acque di zona Ariscianne, ha ospitato delle ragazze e dei ragazzi speciali. Diversamente abili con tanta voglia di vivere e di sorridere alla vita. E al mare. È stata una giornata memorabile quella di ieri, conclusiva della tre giorni organizzata dalla Lega Navale di Barletta dal titolo «Dis ... Abilmente senza limiti», al fine di permettere a questi ragazzi di confrontarsi e dialogare con il mare
Barletta, i disabili incontrano il mare
di GIUSEPPE DIMICCOLI

BARLETTA - Anche Nettuno, re del mare, oggi è stato più felice del solito. Infatti, proprio nelle acque di zona Ariscianne, ha ospitato delle ragazze e dei ragazzi speciali. Diversamente abili con tanta voglia di vivere e di sorridere alla vita. E al mare. È stata una giornata memorabile quella di ieri, conclusiva della tre giorni organizzata dalla Lega Navale di Barletta dal titolo «Dis ... Abilmente senza limiti», al fine di permettere a questi ragazzi di confrontarsi e dialogare con il mare. 

Tanto venerdì quanto sabato, grazie agli istruttori del Hsa «Handicapped scuba Association International» (Associazione Nazionale Subacquee e Natatorie per Disabili Onlus - direttore del corso Josuè Giannino), alcuni diversamente abili hanno avuto la possibilità di conoscere le tecniche per immergersi in acqua senza correre rischi. Un plauso ai soci del Circolo Tennis di Barletta che hanno messo a disposizione la loro piscina. I diversamente abili hanno studiato la teoria delle immersioni e ascoltato con diligenza i segreti per esplorare i fondali marini. A condividere l’ebbrezza del mare anche i ragazzi dell’Unitalsi di Barletta. Una grande festa per loro organizzata dalle donne della Lega. Infatti, con grande amore e disponibilità, sono stati accolti nella Lega Navale e poi trasportati a mare sulle barche dei soci che hanno dato vita a questa bella e concreta manifestazione di vicinanza nei confronti dell’universo della disabilità. Luigi, non vedente, a nome di tutti ha ringraziato di vero cuore. Del resto portare oltre cento persone a mare utilizzando dieci barche non è impresa di poco conto. 

«Sono grato ai nostri fratelli diversamente abili per averci dato la possibilità di vivere questa esperienza di umanità - ha dichiarato Vito Monterisi, consigliere alle pubbliche relazioni della Lega Navale barlettana -. Ancora una volta abbiamo avuto la dimostrazione che questa gente è fondamentale per la nostra società. Un vero e valido esempio. Siamo a lavoro per la prossima edizione e ci auguriamo di poter prevedere anche qualcosa che abbia a che fare con il cielo. Un sincero ringraziamento a tutto il consiglio direttivo della Lega Navale». Soddisfazione espressa dal presidente della Lega Navale Pietro Cappabianca e dal segretario Pasquale Labbate, dal delegato regionale Puglia Nord Domenico Pagazzo, dal presidente del Tennis Sandro Scelzi, da quello dell’Unitalsi Cosimo Cilli e dall’assessore regionale allo sport Maria Campese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione