Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 13:52

Avellino-Foggia rinviata a data da destinarsi

Calendari rivoluzionati per la neve. Oltre alla gara del girone B della serie C1, rimandate in C2 (girone C) Melfi-Rosetana e Potenza-Ragusa (verranno recuperate domenica 6 febbraio con inizio alle 14.30) e in serie D dieci partite (si recupereranno mercoledi 9 febbraio), tra cui Matera-Solofra (girone G)
ROMA - La Lega di serie C ha disposto che la partita Avellino-Foggia in programma domenica 31, valevole per il girone B della C1, venga posticipata a data da destinarsi. Il presidente della Lega calcio di serie C ha infatti preso atto della comunicazione del Prefetto di Avellino, con la quale rappresenta che l'intera provincia è interessata da intense precipitazioni nevose; inoltre non sussistono le condizioni per assicurare un ordinato servizio di ordine di sicurezza pubblica in quanto le forze dell'ordine sono impegnate su tutto il territorio.

Disposto per lo stesso motivo anche il rinvio delle gare Melfi-Rosetana e Potenza-Ragusa, gare valide per il girone C del campionato di serie C2, che verranno recuperate domenica 6 febbraio con inizio alle 14.30.

Il Comitato Interregionale dal canto suo ha rinviato a mercoledi 9 febbraio, 10 gare del campionato di calcio di serie D, tra cui Bojano-Turris e Matera-Solofra nel girone G e Calangianus-Ferentino nel girone H.

In C1, sei punti di penalizzazione da scontarsi nel campionato in corso: è la decisione presa dalla Commissione Disciplinare della Lega di serie C nei confronti del Calcio Como (C1, girone A). Il provvedimento era atteso da tempo ma soltanto oggi è stato reso noto attraverso il comunicato ufficiale della Lega di categoria che ha certificato i risultati della riunione della Disciplinare svoltasi ieri nella sede di Firenze.
Si tratta di un provvedimento preso in seguito al deferimento della presidenza della Lega di C a carico del Como per questioni di natura amministrativa ed economica-contrattuale. Le motivazioni della decisione della Disciplinare saranno però diramate non prima della prossima settimana.
La stessa Commissione, sempre nella riunione di ieri, ha invece deliberato di rinviare il procedimento a nuovo ruolo riguardo al deferimento della Procura federale a carico di Massimo D'Alma, amministratore unico del Calcio Como, e della stessa società lombarda considerato che «il curatore fallimentare non risulta informato del procedimento odierno, peraltro ritualmente comunicato ma alla società prima della dichiarazione di fallimento». Al momento il Como è penultimo in classifica con 16 punti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione