Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 06:01

«Sindaco, salva la squadra di calcio» 70enne di Brindisi fa sciopero della sete

di FRANCO DE SIMONE
BRINDISI - Per amore, solo per amore, ma esclusivamente per la squadra del cuore: il Brindisi Calcio. Rino Lecci, 70 anni, ha deciso: se il presidente del Brindisi, Antonio Pupino non decide di passare la mano, se il sindaco continua a stare lontano dalle vicende che potrebbero far scomparire il calcio dalla città, "Ma, di più, se a nessuno più interessa lo sport più bello del mondo e soffrire e sognare per la squadra del cuore, a me non sta bene, perciò, da oggi, farò lo sciopero della sete".
«Sindaco, salva la squadra di calcio» 70enne di Brindisi fa sciopero della sete
di FRANCO DE SIMONE
BRINDISI - Per amore, solo per amore, ma esclusivamente per la squadra del cuore: il Brindisi Calcio. Rino Lecci, 70 anni, ha deciso: se il presidente del Brindisi, Antonio Pupino non decide di passare la mano, se il sindaco continua a stare lontano dalle vicende che potrebbero far scomparire il calcio dalla città, "Ma, di più, se a nessuno più interessa lo sport più bello del mondo e soffrire e sognare per la squadra del cuore, a me non sta bene, perciò, da oggi, farò lo sciopero della sete". 

Un gesto clamoroso, per un cardiopatico che ha già subito un intervento alle coronarie. Ed anche di recente non è stato molto bene. Seppur degente in una clinica, pretendeva dai suoi di seguire, con un cellulare, le partite del suo Brindisi. E soffrire e gioire per un risultato negativo o favorevole. Questo è ciò che si dice: "cuor di tifoso".  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione