Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 00:15

Scommesse, indagini sulle tre partite del Bari E spunta anche il Brindisi Tirato in ballo il Barletta

BARI - I tentativi per truccare le tre partite del Bari. E i rapporti con Beppe Signori per la combine su Inter-Lecce. Dopo aver ascoltato i «non sono stato io» del portiere Marco Paoloni, la procura di Cremona è intenzionata ad accendere un faro su Antonio Bellavista. A sorpresa ieri pomeriggio il pm Roberto Di Martino ha fissato per martedì il nuovo interrogatorio dell’ex centrocampista biancorosso. Davanti al gip Bellavista scelse di restare in silenzio. Stavolta, però, lo scenario potrebbe essere diverso
Scommesse, indagini sulle tre partite del Bari E spunta anche il Brindisi Tirato in ballo il Barletta
BARI - I tentativi per truccare le tre partite del Bari. E i rapporti con Beppe Signori per la combine su Inter-Lecce. Dopo aver ascoltato i «non sono stato io» del portiere Marco Paoloni, la procura di Cremona è intenzionata ad accendere un faro su Antonio Bellavista. A sorpresa ieri pomeriggio il pm Roberto Di Martino ha fissato per martedì il nuovo interrogatorio dell’ex centrocampista biancorosso. Davanti al gip Bellavista scelse di restare in silenzio. Stavolta, però, lo scenario potrebbe essere diverso.

L’avvocato del calciatore bitontino, Massimo Chiusolo, sarà a Cremona stamattina. Di fronte alla possibilità che la procura chieda la revoca del carcere, Bellavista potrebbe anche rispondere ad alcune domande. E soprattutto, Chiusolo potrebbe rinunciare al ricorso al Riesame per ottenere l’inutilizzabilità delle intercettazioni: i magistrati le hanno motivate contestando a Paoloni l’articolo 440 («Adulterazione di sostanze alimentari in modo pericoloso per la salute pubblica»), reato improprio secondo la difesa dell’ex calciatore barese.

La procura in questo momento non ha interesse a rischiare la cancellazione delle intercettazioni. E anche ottenere i domiciliari sarebbe un traguardo per il bitontino: il cui ruolo, viste anche le dichiarazioni rese dai coindagati, si è fatto più complicato.

In questo momento Bellavista è l’unico a poter collegare Beppe Signori alla mancata combine per Inter-Lecce: l’ex capitano biancorosso lo ha incontrato due volte, prima e dopo la gara. E sulle sue spalle pesano anche i tentativi di truccare tre partite del Bari (Milan, Parma, Chievo). Ne parla spesso al telefono, con molti coindagati e con l’ex biancorosso Marco Esposito. Ci sono gli sms che raccontano dell’approccio con «Andrea» e con Belmonte, e una telefonata in cui si nomina «Parigi». Tre calciatori del Bari in attività, che non rischiano nulla dal punto di vista penale ma potrebbero dover rispondere alla giustizia sportiva di omessa denuncia.

Nelle conversazioni riassunte dalla Mobile di Cremona, Bellavista appare del resto sicuro di poter influenzare le partite del Bari, ottenendo quel famoso «over» (più di tre gol) che piace a chi gli fornisce il denaro per scommettere. Il 21 marzo, giorno dopo Inter-Lecce, l’ex capitano del Bari discute con Erodiani di come recuperare un grosso finanziatore beffato dalla mancata combine di Paoloni: «Sappiamo con l’occhio lungo - dice il tabaccaio di Pescara - che a tre mesi di distanza questo ci porta bei soldi... Perché bruciarlo per una cazzata? Se tanto si può recuperare? Lo vuoi capire o no? Questo porterà i soldi». Bellavista concorda: «Tanto in “A” tra Lecce, Bari e quant'altro...».

m.scagl.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione