Cerca

Matarrese passa la mano Tecnico, idea Marcolin

di FABRIZIO NITTI
BARI - Il passaggio di consegne ai vertici della società, in programma all’inizio della settimana prossima, darà la «stura» alla nuova stagione. È un po’ quello che tutti ci aspettavamo, visto il ritardo con il quale il Bari sembra aver cominciato la nuova stagione. Dopo quasi trent’anni Vincenzo Matarrese passerà il testimone, lascerà la carica di presidente, già per qualche mese messa in naftalina una decina di anni fa, quando Carlo Regalia assunse i pieni poteri in società
Matarrese passa la mano Tecnico, idea Marcolin
di Fabrizio Nitti 

BARI - Il passaggio di consegne ai vertici della società, in programma all’inizio della settimana prossima, darà la «stura» alla nuova stagione. È un po’ quello che tutti ci aspettavamo, visto il ritardo con il quale il Bari sembra aver cominciato la nuova stagione. Dopo quasi trent’anni Vincenzo Matarrese passerà il testimone, lascerà la carica di presidente, già per qualche mese messa in naftalina una decina di anni fa, quando Carlo Regalia assunse i pieni poteri in società.

Questa volta dovrebbe essere Claudio Garzelli il nuovo punto di riferimento del club, l’amministratore unico, in virtù anche dello scioglimento del consiglio di amministrazione. Sarà dunque lui a chiarire ad Angelozzi le linee economiche in vista del prossimo mercato e del prossimo campionato, fermo restando che la proprietà resterà ben salda nelle mani dei Matarrese.

Il primo compito di Garzelli, quindi, sarà quello di mettere a disposizione di Angelozzi un budget per la B. È inutile aspettarsi cifre da prima fascia. Angelozzi, comunque, dovrà per prima cosa rintracciare il nuovo tecnico. Tutti i contatti avviati in passato, si sono via via defilati davanti all’incertezza dei programmi biancorossi. Sannino, la prima scelta, è finito al Siena, in A; così come Bisoli, al Bologna. Menichini è vicino al «raddoppio» con il Crotone, Lerda ha un ingaggio elevato, Bergodi non intende aspettare oltre.

Il mercato dei tecnici, ad ogni modo, è ugualmente vasto. Oltre a Iachini, che ovviamente attende di conoscere su quali linee si muoverà il Bari, è spuntato nelle ultime ore il nome di Dario Marcolin, ex centrocampista e da qualche anno allenatore. Fra le sue esperienze, il ruolo di assistente di Mancini nell’Inter, quello di «titolare» con il Monza nel 2008 e quello di «secondo» di Sinisa Mihajlovic nel Catania e nella Fiorentina, società alla quale è legato. Marcolin ha però voglia di misurarsi in prima persona e Bari potrebbe essere un’occasione.

ritiroAngelozzi e Doronzo hanno esaurito il loro giro di orizzonti in funzione del ritiro precampionato. In compagnia dell’ex calciatore juventino Jugovic, i due dirigenti biancorossi hanno visitato Borno, in Lombardia. Resta una possibilità. L’alternativa è Piancavallo, in Friuli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400