Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 18:40

Lecce cerca il tesoretto con Rosati e Mesbah

di MASSIMO BARBANO
LECCE - Parte la seconda settimana di gestione provvisoria con le voci sulla vendita della società che continuano a rincorrersi, ma senza nessuna svolta concreta. Così viene smentita dal club la voce secondo la quale, sarebbero stati richiesti i bilanci e la situazione patrimoniale del Lecce da parte di due cordate imprenditoriali del Nord interessate all’acquisto del pacchetto societario. L’unica cosa che viene confermata è il mandato assegnato a due istituti bancari vicini alla famiglia Semeraro di mediare per cogliere eventuali cordate interessate all’affare
Lecce cerca il tesoretto con Rosati e Mesbah
di Massimo Barbano 

LECCE - Parte la seconda settimana di gestione provvisoria con le voci sulla vendita della società che continuano a rincorrersi, ma senza nessuna svolta concreta. Così viene smentita dal club la voce secondo la quale, sarebbero stati richiesti i bilanci e la situazione patrimoniale del Lecce da parte di due cordate imprenditoriali del Nord interessate all’acquisto del pacchetto societario. L’unica cosa che viene confermata è il mandato assegnato a due istituti bancari vicini alla famiglia Semeraro di mediare per cogliere eventuali cordate interessate all’affare.

Intanto, sul fronte del mercato c’è un’asta per i due pezzi pregiati giallorossi ed il Lecce dovrà sfruttare per cercare di realizzare la maggiore liquidità possibile per costruire la squadra del prossimo anno.

Data ormai per scontata l’autogestione, almeno fin quando non si concretizzerà il passaggio delle quote azionarie, una cospicua linfa alla campagna acquisti la potranno date le cessioni di Rosati e Mesbah.

Il primo sembra ormai molto vicino al Napoli, anche se lo segue il Genoa; per il secondo sono numerose le richieste di club italiani (Parma e Genoa) ed esteri (Malaga). Un «tesoretto» che, indipendentemente dall’allenatore che verrà, servirà da base per la campagna acquisti.

Per altro, la vendita di Mesbah si rende anche necessaria perchè non potrà essere accolta la sua richiesta di incremento dell’ingaggio dopo la brillante stagione dello scorso anno.

Da queste due operazioni, il Lecce conta di ricavare dai 5 ai 7 milioni, cifre che sarebbero più che sufficienti per allestire un organico in grado di potersi giocare la salvezza. La quotazione dell’algerino potrebbe ruotare intorno ai 2,5-3 milioni di euro, mentre il portiere non sarà ceduto per meno di 3-3,5 milioni. Agli introiti di queste due cessioni, poi, si può aggiungere un ulteriore voce di ricavi dalla cessione di Cacia, una volta risolta, o anche prima, la comproprietà con il Piacenza. L’attaccante, le cui quotazioni sono nuovamente salite dopo una brillante stagione in serie B nel corso della quale ha messo a segno 17 reti, potrebbe quotare non meno di 5-6 milioni di euro (da dividere con il Piacenza che ha la compartecipazione).

Senza contare che in queste operazioni potrebbero rientrare anche contropartite tecniche utili per l’allestimento della squadra.

Il Lecce ha già chiesto al Genoa il prolungamento del prestito di Tomovic e intende conservare anche Sini e Bertolacci, quest’ultimo però è stato chiamato dalla Roma per il ritiro e sarà girato al Lecce solo dopo la valutazione tecnica in quella sede. Analogamente, si tenterà con l’Inter di trattenere Donati. Insomma, la squadra potrebbe rimanere al 70 per cento quella dello scorso anno, potendo contare sulla maggior parte dei giocatori che sono ancora sotto contratto: Vives per un altro anno; Ferrario, Olivera, Grossmuller, Corvia, Ofere e Jeda per due anni; Piatti, Giacomazzi e Brivio per altri tre anni. Una intelaiatura di massima sulla quale si dovrebbero innestare nuovi acquisti e prestiti.

Ma, prima del mercato, bisognerà approntare e anche farlo con una certa urgenza, lo staff tecnico e dirigenziale. Montella, Sannino, Di Carlo e Torrente in testa alla lista degli allenatori, mentre per il direttore sportivo si punta dritto a Paolo Cristallini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione