Cerca

Mercoledì 25 Aprile 2018 | 00:48

Il leccese Conte alla corte juventina

VINOVO (TORINO) - L'ex tecnico del Bari: «Per me è un ritorno a casa. Torno dopo sette anni e lo faccio da allenatore, una cosa che sicuramente ho sempre sognato e che mi ero prefissato nel momento in cui ho cominciato questa carriera. In quanto riporterò a vincere a Juve? Chi ha tempo non aspetti tempo. Del Piero e Buffon? Devono rappresentare un valore aggiunto sotto tutti i punti di vista. Mi aspetto da loro grande cultura del lavoro»
Il leccese Conte alla corte juventina
VINOVO (TORINO) – «Per me è un ritorno a casa. Torno a casa dopo sette anni e lo faccio da allenatore, una cosa che sicuramente ho sempre sognato e che mi ero prefissato nel momento in cui ho cominciato questa carriera». Sono le prime parole da tecnico della Juventus di Antonio Conte, che oggi ha firmato un biennale con i bianconeri, di cui ha vestito la maglia dal '91 al 2004. «Sono un integralista? Io sono integralista sulle idee di gioco che sono quelle che mi hanno sempre accompagnato e che si evolvono di anno di anno, attraverso il confronto quotidiano con i miei calciatori. In quanto riporterò a vincere a Juve? Chi ha tempo non aspetti tempo. Del Piero e Buffon? Devono rappresentare un valore aggiunto sotto tutti i punti di vista - afferma il nuovo allenatore - conoscono la juventinità, sanno cosa vuol dire vincere, sanno cosa bisogna fare per vincere, mi aspetto da loro grande cultura del lavoro, che non sbaglino su niente, nella comunicazione e nei comportamenti».

Lui non ha mai dimenticato cosa vuol dire giocare nella Juventus. Quando la indossava, Antonio Conte la maglia bianconera la sentiva eccome. È soprattutto per questo che molti tifosi – o almeno gli ultrà – da subito lo hanno preferito per la rifondazione, e oggi che si è insediato a Vinovo tirano un sospiro di sollievo. L’ex capitano di tante vittorie della Vecchia Signora, che si è fatto le ossa come allenatore tra A (poca) e B, quanto a juventinità non è secondo a nessuno. Guidare la Juve è sempre stato il suo obiettivo dichiarato di tecnico giovane (ha quasi 42 anni) e ambizioso. Nel 2008 disse che se in 3-4 anni non fosse arrivato ad alti livelli avrebbe smesso: il tempo gli ha dato ragione.

Mediano-mezzala di personalità, soprattutto di quantità, ma capace di segnare gol importanti e spettacolari – 29 in 296 partite alla Juventus in 13 anni, dal 1991 al 2004 -, Conte è stato una bandiera. Con Marcello Lippi in panchina ha vinto 5 scudetti, una Champions League e una Coppa Intercontinentale, solo per citare il meglio. Con la Nazionale è stato secondo ai Mondiali del '94 e agli Europei del 2000. L’Europeo del '96 lo ha saltato per infortunio.
Da allenatore Conte ha iniziato nel 2005-06 come vice di Gigi De Canio al Siena, squadra che quest’anno ha riportato in serie A. Dopo quella prima esperienza ha preso in mano l’Arezzo, venendo prima esonerato e poi richiamato per sfiorare la salvezza in B nel 2007 nonostante 6 punti di penalizzazione. A condannarlo proprio la Juve, già promossa dopo la retrocessione per Calciopoli, perdendo in casa con lo Spezia.

Quindi è andato a Bari, sempre in B, dove all’inizio ha pagato il suo passato di leccese e giocatore del Lecce. Ha fatto cambiare idea ai tifosi prima con una tranquilla salvezza dopo aver preso la squadra in corsa e un anno più tardi con una promozione esaltante: calcio offensivo e gol, il Bari in paradiso dopo 8 anni, nel 2009. Poi ha rotto con la dirigenza sulla campagna acquisti e rescisso il contratto. Quindi Atalanta in serie A: 13 punti in 13 partite e dimissioni. Finora è l'unica esperienza di Conte nella massima serie.

Infine il Siena, dal 2010, che ha riportato subito in A con una marcia sicura e vincente. Ora può orgogliosamente vestire il bianconero più nobile. Hanno ironizzato sul trapianto di capelli che gli ha ridato una chioma da ragazzo, ma il suo 4-4-2 diverte il pubblico. Con i tifosi litiga anche, come a Bergamo. Ha subito qualche espulsione di troppo, la grinta a volte lo tradisce. Ma il suo momento alla Juve è scoccato per davvero e ora può vincere da allenatore dopo averlo fatto tanto da giocatore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Gioia ko a Siena  sfuma la finalissima

Gioia ko a Siena
sfuma la finalissima

 
Guarna sotto accusa  ma Stroppa lo difende

Guarna sotto accusa
ma Stroppa lo difende

 
Il Bari insegue la svolta  serve un cambio di passo

Il Bari insegue la svolta
serve un cambio di passo

 
Cremona batte Brindisi al PalaPentassuglia 72-99

Basket, Cremona
sbanca Brindisi 99-72

 
Tennis, a Tunisi il pugliese Fabbiano fuori in semifinale

Tennis, a Tunisi
il pugliese Fabbiano
fuori in semifinale

 
La Puglia a testa alta Foggia-Bari da urlo

Foggia e Bari partoriscono un pari 
Autogol Gyomber, rimedia Nenè Ft

 
A Bari i migliori badders over 35

Il grande badminton nazionale al Palaflorio di Bari

 
V.Francavilla-Juve Stabia finisce senza reti

Tra Francavilla
e Juve Stabia
finisce senza reti

 

MEDIAGALLERY

Taranto, rapinatori seminano terrore in gioielleria e spaccano le vetrine

Taranto, rapinatori seminano terrore in gioielleria e spaccano le vetrine

 
Chieuti, uomo muore travolto da cavallo

Chieuti, uomo muore travolto da cavallo

 
Lecce, bullismo a scuola

Lecce, bullismo a scuola

 
L'inseguimento in mare dello scafista con una tonnellata di droga al largo delle coste salentine

L'inseguimento in mare dello scafista con una tonnellata di droga al largo coste salentine

 
La commessa della gioielleria veneta aggredita e sequestrata dai rapinatori brindisini

La commessa della gioielleria veneta aggredita e sequestrata dai rapinatori brindisini

 
Calabria, assalto al caveau: polizia arresta componenti banda

Calabria, assalto al caveau: polizia arresta componenti banda

 
Puglia, Papa Francesco ad Alessano

Puglia, Papa Francesco ad Alessano

 
Papa Francesco celebra messa a Molfetta

Papa Francesco celebra messa a Molfetta

 

LAGAZZETTA.TV

Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Italia TV
Aprira' a Roma la prima Smile House

Aprira' a Roma la prima Smile House

 
Mondo TV
Il killer di Toronto studente non legato al terrorismo

Il killer di Toronto studente non legato al terrorismo

 
Meteo TV
Previsioni meteo per mercoledi', 25 aprile 2018

Previsioni meteo per mercoledi', 25 aprile 2018

 
Spettacolo TV
'Il vecchio Banderas morto grazie a Picasso'

'Il vecchio Banderas morto grazie a Picasso'

 
Economia TV
Alitalia: Ue apre indagine, dubbi su prestito ponte

Alitalia: Ue apre indagine, dubbi su prestito ponte

 
Calcio TV
Champions, stasera Roma a Liverpool

Champions, stasera Roma a Liverpool

 
Sport TV
Motogp, oggi le libere ad Austin

Motogp, oggi le libere ad Austin