Cerca

Sarà Piero Bucchi il coach dell’Enel Basket Brindisi?

di FRANCO DE SIMONE
BRINDISI - Alle parole dettate il giorno della presentazione del nuovo Consiglio di amministrazione, i dirigenti dell’Enel Basket fanno seguire fatti concreti. Forse già oggi, sarà dato il nome di Pierluigi, «Piero», Bucchi, 53enne allenatore bolognese, lo scorso anno all’Armani Jeans. Qualora non dovesse raggiungersi l’accordo con Bucchi, è pronto Cesare Pancotto, attualmente allenatore del Barcellona Pozzo di Gotto
Sarà Piero Bucchi il coach dell’Enel Basket Brindisi?
di Franco De Simone

BRINDISI - Alle parole dettate il giorno della presentazione del nuovo Consiglio di amministrazione, i dirigenti dell’Enel Basket fanno seguire fatti concreti. Senza nemmeno perder tempo. Com’è nelle cose delle aziende che i dodici componenti il Cda conducono.

Ed allora ecco che, molto probabilmente già oggi, sarà dato il nome di Pierluigi, «Piero», Bucchi, 53enne allenatore bolognese, lo scorso anno all’Armani Jeans Milano, che, dopo una serie di gare importanti finite male, ha lasciato la panchina nelle mani di Dan Peterson.

Qualora non dovesse raggiungersi l’accordo con Bucchi, ecco pronto Cesare Pancotto, attualmente allenatore del Barcellona Pozzo di Gotto, impegnato nel playoff per la promozione in A1. Pancotto, nato a Porto San Giorgio, 56 anni, allena da 25 anni ed ha anche lui un curriculum di tutto rispetto. Lo scorso campionato era sulla panchina dell’Air Avellino, poi ceduta a Frank Vitucci.

Allo stesso tempo, però, Brindisi è votata anche alla scelta del general manager. In questo settore pare che la scelta sia caduta su Antonello Nevola, l’attuale direttore generale dell'Air Avellino. È lui il favorito per la scrivania di Brindisi. L'alternativa al g.m. avellinese è Claudio Crippa, scout dei San Antonio Spurs. Il sogno è però Maurizio Gherardini vicepresidente dei Toronto Raptors.

È la conferma che l’Enel Basket intende liberarsi dalle scorie della retrocessione e guardare con determinazione al futuro prossimo. Erano circolate le voci anche di un interessamento nei confronti di Daniele Baiesi, della Reggiana e di Lorenzo Marruganti, attualmente nelle fila della Banca Tercas Teramo. Solo pour parler.

Oggi, dunque, il nome dell’allenatore. Tanto perchè dovrebbe tenersi oggi l’incontro fra i dirigenti brindisini ed il procuratore casertano Virginio Bernardi che ha la procura di entrambi i tecnici nelle mire di Brindisi e di tanti altri allenatori. Il che lo porta a vantarsi di avere «il fior fiore dei tecnici che lavorano in Italia nella mia agenzia».

Nel giorno della presentazione dei nuovi soci (otto: Albano Carrisi, Teodoro Grasso, Francesco Perrino, Nico Carparelli, Carmelo De Nitto, Gino Bagnato, Nando Marino, Enzo Leo), il presidente onorario del sodalizio, Massimo Ferrarese, ebbe a dichiarare: «Siamo tutti legati dalla passione per la pallacanestro, una passione che, a dire il vero, questa squadra ha contagiato tutti. Il fatto che ci sarebbero altri imprenditori che avrebbero voluto partecipare al nostro invito, è sintomatico di quanto sia grande l’amore per questo sport da parte di tutti. Pertanto, di comune accordo, abbiamo deciso di portare il nome di Brindisi quanto più in alto possibile».

Ma Ferrarese ha anche puntato il suo discorso, ampiamente condiviso, sulla necessità di poter disporre di un palazzo dello sport che possa rispondere alle attese della collettività. «C’è un impegno, in tal senso, dell’Amministrazione comunale che risale a qualche tempo fa. Siamo qui a ricordare che quanto promesso dev’essere mantenuto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400