Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 16:18

Bari, spunta la Juve sulle tracce di Masiello

di ANTONELLO RAIMONDO
BARI - Il difensore è ufficialmente nel mirino di Parma e Palermo, ovvero di club che anche pubblicamente hanno mostrato interesse per il venticinquenne jolly difensivo nato a Viareggio. Ma nelle ultime ore è spuntata la sagoma della Juventus. Meglio, quella di Antonio Conte. Con il quale Masiello ha, da sempre, un legame molto solido fatto di stima reciproca. Com’è noto il club bianconero è a caccia di due interpreti per il ruolo di terzino destro
Bari, spunta la Juve sulle tracce di Masiello
dI Antonello Raimondo

BARI  - Sarebbe un serissimo problema se il telefono cellulare di Guido Angelozzi non trillasse. Con quella «rosa» che si ritrova, pesantissima sul piano degli stipendi, al Bari non resta che sperare in un’estate molto intensa sul piano del mercato in uscita. C’è da vendere e, soprattutto, c’è da liberarsi di ingaggi assolutamente improponibili in un campionato con pochissimi ricavi e pochissimo appeal come quello di serie B.

Uno dei nomi più chiacchierati, in questi giorni, è senza dubbio quello di Andrea Masiello, che quest’anno non si è certamente ripetuto sui livelli della passata stagione ma che resta un difensore duttile e affidabile. Il Bari, per il suo cartellino, ha speso 4,5 milioni in due tranche. Prima la compartecipazione con il Genoa, poi il riscatto definitivo. Sarebbe già impportante se Angelozzi riuscisse a venderlo per quella cifra visto che in giro nemmeno i grandi club hanno più voglia di farsi prendere per il collo.

Masiello è ufficialmente nel mirino di Parma e Palermo, ovvero di club che anche pubblicamente hanno mostrato interesse per il venticinquenne jolly difensivo nato a Viareggio. Ma nelle ultime ore è spuntata la sagoma della Juventus. Meglio, quella di Antonio Conte. Con il quale Masiello ha, da sempre, un legame molto solido fatto di stima reciproca. Com’è noto il club bianconero è a caccia di due interpreti per il ruolo di terzino destro. Ed è indubbio come il biancorosso possa rappresentare una soluzione ideale, soprattutto nel rapporto tra qualità e prezzo. Il Bari, evidentemente, non ha preclusioni. Ascolta tutto e, quel che più conta, aspetta offerte concrete.

Con la Juventus, tra l’altro, Angelozzi ha ancora in piedi la questione Almiron, la cui metà del cartellino un anno fa è stata valutata 2,5 milioni. Improbabile che Marotta decida di reinvestire qualcosa per l’argentino. Molto più facile, invece, che si arrivi alle buste e che alla fine il giocatore resti in carico al Bari, Se la Juve, infatti, dovesse lasciare vuota la busta Almiron verrebbe aggiudicato all’ultima squadra nella quale il calciatore ha militato.

Angelozzi, intanto, sta prendendo contatti con i giovani che si sono messi in evidenza in Lega pro. Probabile che si allenino con la squadra per qualche giorno. Si tratta di Galano, Piccinni, Bellomo, Marotta, Albadoro e Rana. Che andranno valutati e, nel caso, inseriti nella nuova programmazione tecnica. Ovviamente insieme a Grandolfo, l’eroe di Bologna che in questi giorni è alle prese con la maturità.

Sabato, come previsto, Angelozzi assisterà alla finale di Champions League. Pare che in agenda ci siano un paio di appuntamenti con club interessati a Huseklepp.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione